HOME   |   ARCHIVIO RIVISTA MARIA AUSILIATRICE    ADMA-ON-LINE 2007-2012   |  INFO SALESIANI DB VALDOCCO  

Via Maria Ausiliatrice 32 - 10152 Torino-Valdocco, Italia -- ADMA Primaria Valdocco  adma.torino@tiscali.it  
ADMA on Line          |        Messaggio Mensile :    24 luglio-agosto 2017       

Maria ci invita alla preghiera profonda

L'amore di Dio per noi si manifesta anche nella presenza materna e nell'aiuto di Maria che accompagna il cammino della Chiesa e dell'umanità. Maria è in mezzo a noi, e noi siamo grati a Dio di questo dono, perché senza di Lei il mondo non cambia. Come nel Cenacolo anche oggi c'è il piccolo gregge che prega con Maria, che crede che il mondo può cambiare contro tutte le ideologie, le tempeste, le intemperie che ci sono oggi nel mondo e che lo stanno distruggendo e contro tutte le forze che vogliono distruggere la Chiesa. La Madonna vive e prega con noi. Lei che ha avuto l'annuncio, che ha sofferto e sa cos'è la sofferenza, Lei che col Magnificat mostra di conoscere la Chiesa che è nella gioia, ma anche la Chiesa che è sotto la croce. Oggi, anche attraverso la Madonna, lo Spirito Santo sta soffiando sul popolo di Dio che sta vivendo un rinnovamento.
In un mondo segnato dalla crisi della fede, la Madonna ci esorta alla preghiera profonda, cioè alla preghiera col cuore, con la speranza nella vita eterna. È una conquista quotidiana, che bisogna rinnovare ogni giorno con costanza, fino ad arrivare a far sì che la nostra vita sia preghiera. Quindi dalla preghiera si passa alla testimonianza, perché pregando scegliamo Dio e riceviamo il suo Amore, perché possiamo riversarlo sugli altri e questo farlo con gioia, la gioia di essere cristiani battezzati. Cioè non possiamo fermarci solo alla preghiera di domanda, chiedere questa o quella grazia, ma dobbiamo fare anche la preghiera di lode, di ringraziamento, di adorazione...
La Madonna vuole che diventiamo tutti un po' poeti, che preghiamo così tanto che la preghiera cominci ad essere canto, gratitudine, gioia, testimonianza. La Madonna vuole che non ci mostriamo cristiani stanchi, ma cristiani gioiosi, pieni di gratitudine a Dio e col cuore che canta. Grati per tutto quello che Dio ci ha dato, a cominciare dalla vita, e anche per aver mandato in mezzo a noi la Madonna, che è la nostra speranza, la stella che ci indica la via giusta. Chi si attacca alla Madonna, non ha paura, perché la Madonna è con noi. E Lei ci porta a Dio, a Suo Figlio: allora Dio è con noi! La Madonna è con noi per dirci che con Dio vinciamo sempre. Lei dice che la vita è breve, è passeggera, che ci aspetta l'eternità. Se vediamo la vita così, non abbiamo più paura, perché Dio è con noi. Perseverare nella preghiera con fede.
Ringraziamo Maria Ausiliatrice per i nuovi gruppi dell'ADMA che stanno nascendo soprattutto in Africa e per la crescita nel senso di appartenenza all'Associazione e alla Famiglia Salesiana. In questi tempi di lotta e di prova la nostra Associazione deve brillare per testimonianza mariana, eucaristica, apostolica e salesiana! Avanti con gioia e perseveranza!

Sig. Lucca Tullio, Presidente - Don Pierluigi Cameroni SDB, Animatore spirituale


Cammino formativo: Amoris Laetitia / d. Silvio Roggia SDB


Vaticano - Don Titus Zeman, SDB, sarà beatificato il 30 settembre 2017

Il Venerabile Servo di Dio Titus Zeman, Salesiano sacerdote slovacco, ucciso in odio alla fede a 54 anni d'età (Vajnory, 4 gennaio 1915 - Bratislava, 8 gennaio 1969), sarà beatificato il 30 settembre 2017 nella Capitale della Slovacchia, Bratislava.
Primo di dieci figli di una famiglia di contadini e sacrestani, all'età di 10 anni, dopo essere stato quasi sempre malato, Titus guarisce improvvisamente per intercessione di Maria Santissima e in quei giorni, con sorpresa di tutti, le promette di "essere suo figlio per sempre" e diventare sacerdote salesiano. Riesce a realizzare questo sogno nel 1927, dopo aver superato per due anni l'opposizione della famiglia, del parroco e del direttore dell'opera salesiana di Šaštín. La stessa determinazione ritorna nel giovane e nell'uomo Zeman (novizio nel 1931, professo temporaneo nel 1932, professo perpetuo nel 1938 e prete nel 1940).
Quando il regime comunista si instaura nella Cecoslovacchia post-bellica e perseguita la Chiesa, don Titus difende il simbolo del crocifisso (1946), pagando con il licenziamento dalla scuola in cui insegnava. Sfuggito provvidenzialmente alla "Notte dei barbari" e alla deportazione dei religiosi (13-14 aprile 1950), perché in servizio presso una parrocchia diocesana, si chiede cosa possa fare per permettere ai chierici di raggiungere la meta del sacerdozio. Decide allora, non senza sofferenza, di varcare con loro la Cortina di ferro, in direzione di Torino dove il Rettor Maggiore, don Ricaldone, lo accoglie e benedice l'impresa. Dopo due passaggi riusciti (estate e autunno 1950), nell'aprile 1951 la spedizione fallisce.
Don Titus Zeman affronta allora: una settimana di torture tra la cattura e l'arresto (9-16 aprile 1951); ulteriori 10 mesi di detenzione preventiva, pesantemente torturato, sino al processo del 20-22 febbraio 1952; ulteriori 12 anni di detenzione (1952-1964); quasi 5 anni in libertà condizionata, sempre spiato, seguito, perseguitato (1964-1969). Don Zeman è bollato come "m.u.k.l.", o "uomo destinato all'eliminazione" e sperimenta la vita durissima nelle carceri e nei campi di lavoro forzato.
È costretto alla triturazione manuale e senza protezione dell'uranio radioattivo; trascorre centinaia di giorni in cella di isolamento; è poco curato, in un quadro di crescente compromissione cardiaca, polmonare e neurologica.
Il 10 marzo 1964 ritorna a casa ormai "irriconoscibile", e vive un periodo di intensa sofferenza anche spirituale per il divieto a esercitare pubblicamente il proprio ministero sacerdotale. Muore - amnistiato in extremis - l'8 gennaio 1969 dopo triplice infarto e dopo essere stato trattato come una "cavia da esperimento". Lo accompagna anche in morte la fama di martirio e persino le spie presenti ai funerali ne parlano nei verbali come d'un martire che ha tanto sofferto per la Chiesa. Meno di un anno dopo, ancora in pieno comunismo, un processo di revisione (1969) nega la legittimità della sua condanna per spionaggio ed alto tradimento. Nel 1991 il processo di riabilitazione lo riconosce definitivamente innocente.
La testimonianza di don Zeman è l'incarnazione della chiamata vocazionale di Gesù e della predilezione pastorale per i ragazzi e i giovani, soprattutto per i giovani confratelli salesiani, predilezione che si manifesterà, come in Don Bosco, in una vera passione, cercando il loro bene, ponendo in questo tutte le sue energie, tutte le forze, tutta la vita in spirito di sacrificio e di offerta: "anche se perdessi la vita, non la considererei sprecata, sapendo che almeno uno di quelli che avevo aiutato è diventato sacerdote al posto mio".

Conclusioni del Congresso Nazionale di Maria Ausiliatrice della Bolivia
Cochabamba 29 aprile - 1° maggio 2017

Certezze

" La Vergine Maria è sempre stata presente nella vita di San Giovanni Bosco, grazie a Mamma Margherita, che gli inculcò questo amore e questa devozione alla Vergine nelle orazioni e nella vita quotidiana. Fin dall'inizio Lei fu il centro di tutta la sua opera: "Ha fatto tutto Lei".
" Maria è la pietra angolare della Famiglia Salesiana, è presenza ispiratrice, madre, maestra e modello da seguire nel servizio e nell'accoglienza, Lei ci aiuta ad orientare la nostra vita secondo la volontà di Dio.
" Maria è una donna eucaristica che ci conduce a Gesù, quindi siamo un gruppo eucaristico e mariano.

Sfide ed impegni

1. Rafforzare la formazione umana, spirituale e missionaria.
2. Coltivare il senso di appartenenza.
3. Rafforzare lo spirito di famiglia.
4. Dare priorità all'accompagnamento dell'Associazione.
5. Crescere nello stile di complementarietà e collaborazione tra la vocazione al matrimonio e la vocazione alla vita consacrata, sacerdotale e missionaria.
6. Trovare nuovi cammini e strategie per rinnovare e rafforzare l'Associazione in accordo con la realtà e le sue necessità.
7. Far esperienza che l'ADMA Giovanile, nasce e cresce nell'accoglienza e collaborazione con la pastorale familiare.
8. Creare ADMA Famiglie coinvolgendo le famiglie dei membri dell'Associazione.
9. Comprendere che la famiglia è luogo della tenerezza di Dio, è luogo di salvezza.
10. Rendere più fluida la comunicazione tra i membri e centri dell'Associazione.
11. Costituire i Consigli locali, dipartimentali e quello nazionale per migliorare l'organizzazione dell'Associazione.
12. Regolarizzazione l'erezione canonica e l'aggregazione all'ADMA Primaria del Santuario di Maria Ausiliatrice di Torino-Valdocco, per completare l'appartenenza all'Associazione e alla Famiglia Salesiana.
13. Conoscere la vita dei Santi, Beati, Venerabili e Servi di Dio della Famiglia Salesiana per imitare le loro virtù e chiedere la loro intercessione con la preghiera. (Ogni anno, prendere il proposito di conoscere la vita di uno di loro).

CRONACA DI FAMIGLIA

Écija(Spagna) - X Assemblea ispettoriale zona di Siviglia
Il 30 aprile abbiamo celebrato nella casa delle Figlie di Maria Ausiliatrice di Écija la Decima Assemblea ispettoriale dell'ADMA della zona di Siviglia. Il gruppo che ha accolto ha lavorato molto perché tutto andasse bene. Abbiamo vissuto momenti molto intimi intorno Maria Ausiliatrice e a suo Figlio Gesù. L'atmosfera salesiana si respirava ovunque e i partecipanti hanno riportato un'impressione molto positiva dell'evento. Circa 1000 persone hanno affollato la chiesa del Collegio e altre aree destinate a tale scopo. La giornata è iniziata con la Santa Messa presieduta dal Cardinale Carlos Amigo Vallejo, Arcivescovo emerito di Siviglia, che ha manifestato affetto e amicizia per tutta la Famiglia Salesiana lì riunita. Nel sua omelia ha spesso messo in evidenza l'intercessione di María Ausiliatrice "Vergine Santissima prega per me", come tante volte cantiamo nell'inno a lei dedicato. La cerimonia è stata concelebrata dal padre ispettore, don Cristóbal López e da numerosi salesiani sacerdoti hanno voluto accompagnare le diverse associazioni.
Il momento formativo ha avuto quest'anno un nuovo formato: un'intervista spirituale con il cardinale, che gentilmente e in forma profonda e al tempo stesso in modo divertente rispondeva alle domande del delegato per la Famiglia Salesiana D. Alejandro Guevara, SDB. Il cardinale ha parlato in modo forte e chiaro: "I gruppi di Maria Ausiliatrice vanno ascoltati e amati". Naturalmente, le sue parole erano per la gioia dei fedeli riuniti lì. Insomma, un'occasione unica per rinnovare la nostra appartenenza all'ADMA, promuovendo l'identità salesiana e spirituale dei suoi membri e per portarci ancora una volta di più ai piedi di Maria, Aiuto della nostra Famiglia.

Conakry (Guinea Conakry) - primo gruppo ADMA
Il 21 maggio 2017 la parrocchia Anne-Marie Javouhey de Nongo-Conakry ha vissuto un evento importante per la Famiglia Salesiana: il primo impegno dei membri dell'Associazione di Maria Ausiliatrice. L'evento si è svolto durante la celebrazione presieduta dal P. Denis Soro, delegato dei Salesiani di Don Bosco in Guinea, Senegal e Mali.
Nel pomeriggio un pasto fraterno è stato offerto agli associati. È stato un momento di fraternità che ha visto la presenza della comunità salesiana, dei Salesiani Cooperatori e di alcuni parrocchiani. La Famiglia Salesiana Conakry era in festa intorno all'ADMA.

Cotonou (Benin)
Il 24 maggio, Solennità di Maria Ausiliatrice, l'ADMA di Cotonou ha avuto la gioia di accogliere nuovi membri che si sono impegnati a sostenere l'Opera salesiana con la preghiera e la partecipazione alle riunioni della Famiglia Salesiana.

Kabgayi - (Ruanda) - Primo gruppo ADMA
Il 24 maggio 2017, solennità di Maria Ausiliatrice, 30 aspiranti dell'ADMA hanno pronunciato il loro impegno di adesione all'Associazione durante in una Santa Messa presieduta dell'Ispettore P. Camiel Swertvagher. Si tratta di un bel gruppo costituito da uomini e donne ben preparati e che fanno apostolato secondo lo spirito dell'ADMA. Ringraziamo il Signore e la Madonna Ausiliatrice perché il nostro sogno di lanciare questo ramo della Famiglia salesiana nei Grandi Laghi si è realizzato. Adesso una trentina di uomini e donne si stanno preparando per entrare a far parte dell'Associazione il prossimo anno. (P. Pierre Célestin NGOBOKA, sdb - Vicario provinciale AGL e Animatore ADMA)

Porto Novo (Benin)
Le diverse celebrazioni eucaristiche di Domenica 28 maggio nella parrocchia di San Francis Xavier di Porto Novo hanno segnato la celebrazione parrocchiale della festa di Maria Ausiliatrice per l'ADMA, ma anche per tutta la comunità parrocchiale. Per diventare membri a pieno titolo dell'ADMA, durante le Messe delle 7 e delle 8 alcuni fedeli hanno ricevuto la medaglia. Il padre Jean Aurelien Lemondo, parroco, non ha mancato di sollecitare tutta la comunità ad avere una speciale devozione a Maria Ausiliatrice con la preghiera e con gesti quotidiani che testimoniano la nostra identità cristiana.
Possa Maria, Stella dell'Evangelizzazione, Madre del bell'amore e del buon consiglio, rendere più feconda l'opera salesiana e guidare i passi di tutte le madri nell'educazione dei loro figli.

ADMA Primaria - Pellegrinaggio Annecy
Nei giorni 2-3 giugno 2017, un gruppo dell'ADMA Primaria, formato da famiglie, giovani e senior, e accompagnato da don Gianni Ghiglione, si è recato in pellegrinaggio ad Annecy (Francia) "Sui passi di San Francesco di Sales".
In un piacevole clima di amicizia, abbiamo potuto apprezzare le bellezze dei luoghi e conoscere meglio la figura di questo grande santo, nato nel 1567, e che don Bosco prese a modello per i suoi Salesiani, affinché ne imitassero la cura del carattere e lo zelo pastorale.
Rileggendo alcuni passi della Filotea, don Gianni ha sottolineato, in particolare, la necessità di sviluppare la carità e la misericordia nelle famiglie e nelle comunità religiose, coltivando la dolcezza e la pazienza ed evitando di adirarsi e lamentarsi. È importante ricordare che Dio guarda il cuore e non dà ricompense secondo il livello dei compiti assegnati, ma secondo l'amore e l'umiltà messi nell'esercitarli. San Francesco di Sales e don Bosco ci accompagnino nel nostro cammino e, nella consapevolezza che i mali terreni sono ben poca cosa se paragonati ai beni eterni, ci incoraggino a spendere la vita con generosità! (Damiani Andrea).

Sicilia - XII Pellegrinaggio Regionale
Domenica 4 Giugno 2017 si è svolto il XII Pellegrinaggio Regionale ADMA della Sicilia.
Due momenti hanno caratterizzato l'incontro: il primo presso la casa salesiana di Barcellona Pozzo di Gotto dove si sono riuniti 370 partecipanti, provenienti da dodici gruppi provenienti da Adrano, Barcellona, Calatabiano, Canicattì, Catania, Capaci, Gela, Messina, Marsala Palermo, Floridia, San Cataldo con la presenza dell'ispettore don Pippo Ruta e dell'ispettrice sr. Maria Pisciotta. Il Tema del Pellegrinaggio "Dalla Casa di Maria alle nostre Case", è stato svolto dall'Ispettrice trattando come si vivono da buoni cristiani i rapporti in famiglia e con gli altri: spirito di fratellanza, perdono e accoglienza.
Il secondo momento forte è stato nel pomeriggio quando ci siamo recati al Santuario Madonna del Tindari, raggiungendolo in processione con la Recita del Santo Rosario e con canti a Maria.
La Celebrazione Eucaristica presieduta dall'ispettore e concelebrata da don Angelo Grasso, animatore regionale, ha concluso questa giornata di grazia (Giuseppe Auteri e Consiglio Regionale).

ADMA Primaria - Pellegrinaggio ad Oropa
Domenica 25 giugno l'ADMA primaria senior ha vissuto il pellegrinaggio annuale presso il santuario della Madonna di Oropa, esperienza di casa e di chiesa con Maria. Abbiamo gustato la bellezza del paesaggio, la ricchezza della fede di numerose generazioni, la gioia dell'incontro fraterno.


                                 INFO ADMA        -        INFO ADMA        -        INFO ADMA        -       INFO ADMA   
ADMA Primaria di Torino-Valdocco:

ADMA | Santuario di Maria Ausiliatrice | Via Maria Ausiliatrice 32 | 10152 Torino-Valdocco | ITALIA
Tel.: 0039-011-5224216 | Fax.: 0039-011-52224213 |
E-mail: adma.torino@tiscali.it 
                                   
 Presidente ADMA:
                                    Signor TULLIO LUCCA -
E-mail: tullio.lucca@gmail.com
Animatore Spirituale ADMA:
Don Pier Luigi CAMERONI - Casa Generalizia SDB - Via della Pisana 111, ROMA
TEL. 030-2530262 - FAX 030 - 2533190 | CELL. 3401452349 |
E-mail: pcameroni@sdb.org
                                   
Siti Internet:    www.donbosco-torino.it    |    www.admadonbosco.org


   HOME PAGE   |   ARCHIVIO RIVISTA MARIA AUSILIATRICE    ADMA-ON-LINE 2007-2012   |  INFO SALESIANI DB VALDOCCO  


     
  Visita Nr. http://counter.digits.net/wc/-d/4/scudum