| HOME PAGE  |  HOME PAGE - ITA  | ARCHIVIO RIVISTA MARIA AUSILIATRICE  |   ADMA-ON-LINE  |  INFO VALDOCCO |

 
     Via Maria Ausiliatrice 32 - 10152 Torino-Valdocco   E-Mail: pcameroni@salesiani.it    ADMA Valdocco: adma.torino@tiscali.it  

      ADMAonLine                         Messaggio Mensile :    24 MAGGIO 2012         

MARIA E L'EUCARESTIA: LE DUE COLONNE



Vogliamo vivere la grande solennità di Maria Ausiliatrice di questo 2012 alla luce di due eventi che ci toccano da vicino e rappresentano punti fermi della nostra identità di membri dell'ADMA: la ricorrenza del 150° del famoso sogno di don Bosco delle due colonne e la partecipazione al VII Incontro mondiale delle famiglie che si celebrerà a Milano dal 30 maggio al 3 giugno, con la presenza del papa Benedetto XVI.
Il sogno profetico di don Bosco ci ricorda che potremo attuare nel nostro tempo la passione apostolica del "Da mihi animas coetera tolle" solo ancorandoci alle grandi colonne della spiritualità e della pedagogia salesiana: l'Eucaristia e Maria Santissima. Da una rinnovata devozione a Gesù Eucaristia e alla Madonna Ausiliatrice si costruiranno relazioni fraterne nuove capaci di sviluppare discernimento e azione educativa e vocazionale. Un vero ritorno a Don Bosco non può prescindere dalla devozione all'Ausiliatrice così cara al suo cuore apostolico e al cuore dei suoi successori. E' un'eredità carismatica di Don Bosco da riscoprire e da promuovere soprattutto oggi, quando la lotta tra Dio ed il suo nemico diviene sempre più rabbiosa nel mondo inghiottito terribilmente da un secolarismo intento a creare un'umanità senza Dio, da un relativismo che soffoca i valori permanenti ed immutabili del vangelo e da un'indifferenza religiosa che resta imperturbabile di fronte ai beni superiori e alle cose che riguardano Dio e la chiesa. Questa battaglia fa innumerevoli vittime nelle nostre famiglie e tra i nostri giovani. La Vergine Maria sta tessendo un'immensa rete tra i suoi figli e figlie spirituali contro le forze del Maligno nel mondo intero, e prepara la vittoria del Figlio, Gesù Cristo.
La partecipazione al VII Incontro mondiale delle famiglie ci vedrà presenti come ADMA sia al congresso, sia con uno stand espositivo, sia alla "festa delle testimonianze" che alla messa solenne con il papa, volendo così concretizzare il nostro impegno di rinnovamento dell'ADMA attraverso l'attenzione e l'accompagnamento delle famiglie nel loro cammino umano e cristiano. Il prossimo Incontro Mondiale delle Famiglie costituisce un'occasione privilegiata per ripensare il lavoro e la festa nella prospettiva di una famiglia unita e aperta alla vita, ben inserita nella società e nella Chiesa, attenta alla qualità delle relazioni oltre che all'economia dello stesso nucleo familiare. In un contesto di emergenza educativa e di apostasia dalla fede è strategica una particolare attenzione alla situazione attuale della famiglia, soggetto originario dell'educazione e primo luogo dell'evangelizzazione. Tutta la Chiesa ha preso coscienza delle gravi difficoltà nelle quali essa si trova e avverte la necessità di offrire aiuti straordinari per la sua formazione, il suo sviluppo e l'esercizio responsabile del suo compito educativo. Per questo anche noi dell'ADMA siamo chiamati a rinnovare la nostra Associazione con un'attenzione speciale alla pastorale familiare.
Viviamo in profondo spirito di preghiera e di sincera apertura del cuore questi doni e questi eventi, perché possiamo aprirci alla grazia di Dio, che ci visita come "un sole che sorge dall'alto, per risplendere su quelli che stanno nelle tenebre e nell'ombra di morte, e dirigere i nostri passi sulla via della pace" (Lc. 1,78-79). Santa festa dell'Ausiliatrice a tutti i nostri gruppi e a ciascuno dei nostri soci!

Sig. Lucca Tullio, Presidente
Don Pierluigi Cameroni SDB, Animatore Spirituale

       CAMMINO FORMATIVO 2011-2012


9. 150 anni del Sogno delle due colonne (30 maggio 1862 - 30 maggio 2012)
                                                                                                                     
(don Pierluigi Cameroni)

Una tiepida sera di maggio del 1862, con la consueta abilità narrativa don Bosco raccontò: "Figuratevi di essere con me sulla spiaggia del mare, o meglio sopra uno scoglio isolato, e di non vedere attorno a voi altro che mare. In tutta quella vasta superficie di acque si vede una moltitudine innumerevole di navi ordinate a battaglia, con le prore terminate a rostro di ferro acuto a mo' di strale. Queste navi sono armate di cannoni e cariche di fucili, di armi di ogni genere, di materie incendiarie e anche di libri. Esse si avanzano contro una nave molto più grande e alta di tutte, tentando di urtarla con il rostro, di incendiarla e di farle ogni guasto possibile. A quella maestosa nave, arredata di tutto punto, fanno scorta molte navicelle che da lei ricevono ordini ed eseguiscono evoluzioni per difendersi dalla flotta avversaria. Ma il vento è loro contrario e il mare agitato sembra favorire i nemici. In mezzo all'immensa distesa del mare si elevano dalle onde due robuste colonne, altissime, poco distanti l'una dall'altra. Sopra di una vi è la statua della Vergine Immacolata, ai cui piedi pende un largo cartello con questa iscrizione: "Auxilium Christianorum"; sull'altra, che è molto più alta e grossa, sta un'ostia di grandezza proporzionata alla colonna, e sotto un altro cartello con le parole: "Salus Credentium". Il comandante supremo della grande nave, che è il Romano Pontefice, superando ogni ostacolo, guida la nave in mezzo alle due colonne, quindi con una catena che pende dalla prora la lega a un'ancora della colonna su cui sta l'Ostia, e con un'altra catena che pende a poppa la lega dalla parte opposta a un'altra ancora che pende dalla colonna su cui è collocata la Vergine Immacolata. Allora succede un gran rivolgimento: tutte le navi nemiche fuggono, si disperdono, si urtano, si fracassano a vicenda".
Desideriamo richiamare il sogno "delle due colonne", sia perché ricorre il 150° di questa visione profetica di don Bosco, sia per l'interesse che ha sempre suscitato, in quanto il sogno presenta la guerra che in questi ultimi secoli è stata scatenata contro la Chiesa al fine di affondarla. Sono impressionanti il dispiegamento di mezzi dei nemici di Cristo e della Chiesa e l'odio che li anima. Sullo sfondo si intravede la ferocia del drago che, dopo aver tentato di ghermire il Bambino, insegue la Donna ovunque tenti di rifugiarsi. La grande nave, che ha per timoniere il Papa, solca il mare in tempesta, è assalita e combattuta, ma giunge ad attraccarsi tra le due altissime colonne sulle quali stanno rispettivamente l'ostia eucaristica e la statua dell'Immacolata con la scritta "Aiuto dei cristiani". Subito cessano gli attacchi e si fa una grande bonaccia.
Se il papa beato Giovanni Paolo II ha guidato la barca della Chiesa ancorandola alle due colonne, in particolare con l'anno del Rosario e l'anno eucaristico durante il quale ha chiuso la sua grande missione, il papa Benedetto XVI ammonisce e guida con la forza della verità la barca della chiesa in questi tempi di prova e di persecuzione. Alla vigilia della sua elezione affermava: "Quanti venti di dottrina abbiamo conosciuto in questi ultimi decenni, quante correnti ideologiche, quante mode del pensiero... La piccola barca del pensiero di molti cristiani è stata non di rado agitata da queste onde - gettata da un estremo all'altro: dal marxismo al liberalismo, fino al libertinismo; dal collettivismo all'individualismo radicale; dall'ateismo ad un vago misticismo religioso; dall'agnosticismo al sincretismo e così via. Ogni giorno nascono nuove sette e si realizza quanto dice san Paolo sull'inganno degli uomini, sull'astuzia che tende a trarre nell'errore (cf Ef 4, 14). E consapevole delle prove interne ed esterne che accompagnano la navigazione della chiesa tra i flutti del mondo ci ricorda: "Per la Chiesa il Venerdì Santo e la Pasqua esistono sempre insieme... La Chiesa - ed in essa Cristo - soffre anche oggi. In essa Cristo viene sempre di nuovo schernito e colpito; sempre di nuovo si cerca di spingerlo fuori del mondo. Sempre di nuovo la piccola barca della Chiesa è squassata dal vento delle ideologie, che con le loro acque penetrano in essa e sembrano condannarla all'affondamento. E tuttavia, proprio nella Chiesa sofferente Cristo è vittorioso. Nonostante tutto, la fede in Lui riprende forza sempre di nuovo" (Omelia 29 giugno 2006).
La nave è - fin dagli inizi del cristianesimo - immagine della Chiesa. Ebbene, non c'è dubbio: per don Bosco, l'Eucaristia e Maria Ausiliatrice sono le due grandi devozioni che sostengono la Chiesa nella sua missione e la difendono dai pericoli. Il sogno ha una valenza ecclesiale di perenne attualità. In successione, Cristo Risorto, presente nell'Eucaristia, Maria assunta nella Gloria e a Lui associata nell'opera della salvezza, e il Papa pastore e centro visibile di unità nella fede, sono gli intramontabili punti di riferimento per la Chiesa di tutti i tempi. Lo sono oggi per l'educazione dei giovani nella fede, per una vita spirituale viva, per l'efficacia della nuova evangelizzazione, per l'autenticità del nostro senso di Chiesa. Don Bosco, sulla scia di numerosi santi, ci ha insegnato che la Chiesa procede sicura quando è saldamente ancorata alle "due colonne" dell'Eucaristia e di Maria. Insieme rappresentano un'unità d'amore concreta: insieme realizzano la totalità di Cristo, che non esiste senza la sua Chiesa; insieme realizzano la pienezza della Chiesa, che non esiste senza il suo Signore; insieme sono il corpo di Cristo, perché la Chiesa è generata dal Corpo eucaristico del Signore, ma questo è il corpo che Maria ha generato e sacrificato. Gesù e Maria per don Bosco sono vivi e presenti nella storia, sono i due risorti che intervengono potentemente a favore della Chiesa. La Madonna porta a Gesù. Ma il modo di presenza reale di Gesù, a cui conduce Maria, è quello del mistero eucaristico.

Preghiera

O Padre,
Tu hai dato l'Immacolata Vergine Maria, madre del tuo Figlio,
come ausiliatrice e madre al popolo cristiano,
perché affronti intrepido il buon combattimento della fede,
e saldamente ancorato all'insegnamento degli Apostoli,
proceda sicuro fra le tempeste del mondo,
fino a raggiungere la perfetta gioia nella patria celeste.
Concedici di vivere sempre sotto la sua protezione
e fa' che nelle prove della vita
la sentiamo sempre vicina come soccorritrice e madre.
Per Cristo nostro Signore. Amen!

      CRONACA DI FAMIGLIA


24 MAGGIO - GIORNATA DI PREGHIERA PER LA CHIESA IN CINA

Il Santo Padre ci invita ogni anno - proprio nella festa di Maria Ausiliatrice, il 24 maggio - a pregare per la Chiesa in Cina. Si tratta di una situazione molto complessa, delicata e sofferta. E' un invito a pregare per l'avvicinamento delle comunità ecclesiali ufficiali e non ufficiali, per la vera riconciliazione e fedeltà alla Chiesa di Gesù Cristo, al Successore di Pietro. Nello stesso tempo chiediamo al Signore anche di mandare gli apostoli verso le comunità della diaspora cinese, ormai sparse in tutti i continenti. Solo la più recente ondata migratoria cinese in Africa conta già più di 25 milioni. Chiediamo al Signore che susciti ferventi missionari dei cinesi fuori del loro madre patria.

FILIPPINE - INCONTRO FAMIGLIA SALESIANA

Il 3-4 marzo 2012, 17 membri dell'ADMA delle Filippine, in rappresentanza di diversi gruppi, hanno partecipato al Weekend di Spiritualità della Famiglia Salesiana tenutosi presso la Casa di Don Bosco in Batulao, Batangas. Nella prospettiva del Bicentenario della nascita di San Giovanni Bosco, sono stati presentati i seguenti temi: a) Comprendere i giovani di oggi, diversi dai giovani del tempo di Don Bosco; b) Riscoprire la storia di Don Bosco; c) I Coadiutori nella mente di Don Bosco; d) Memorie di Don Bosco. All'incontro hanno partecipato rappresentati dei seguenti gruppi della Famiglia Salesiana: Salesiani di Don Bosco; ADMA; Damas Salesianas; Associazione dei Cooperatori Salesiani; Exallievi delle FMA; Volontarie di Don Bosco, Suore della Carità di Gesù. Animatore spirituale della Commissione per la Famiglia Salesiana è p. Bobby Max A. Roxas, SDB, presidente la signora Maria Junifer L. Maliglig (ADMA).

BOMBAY INDIA - PRIMO INCONTRO NAZIONALE RAPPRESENTATI ADMA -

Il 24 e 25 marzo 2012 si è svolto il primo incontro nazionale dei delegati dell'Associazione di Maria Ausiliatrice (ADMA) dell'India. Il raduno, organizzato e coordinato da don Maddhichetty Noel, Delegato nazionale della Famiglia Salesiana, è stato aperto con la celebrazione eucaristica, nel Santuario di Maria Ausiliatrice di Matunga, presieduta da don Michael Fernandes, Ispettore di Bombay (INB), che ha tracciato brevemente la storia dell'ADMA. Durante le giornate i vari rappresentanti della Famiglia Salesiana hanno potuto studiare il regolamento, la formazione dei membri e la missione dell'ADMA. L'assemblea, con la persuasione che questo incontro sia stato un punto di arrivo e di partenza, ha proposto delle linee di azione per la promozione dell'ADMA nella regione dell'Asia Sud, valorizzando le risorse offerte dall'ADMA Primaria di Torino e altre comunicate dai rappresentanti delle ispettorie (P. Joe Kallupura SDB, Delegato Provinciale - Provincia di Bangalore).

ARACAJU / SE (BRASILE) - CENTENARIO DELL'ADMA

(2 luglio 1912-2 luglio 2012). Il 24 marzo gli associati dell'ADMA di Arcaju hanno partecipato a una delle celebrazioni programmate per il centenario di erezione e di aggregazione dell'Associazione di Maria Ausiliatrice, con l'animazione dei giovani del gruppo "Auxilia". La processione d'inizio vede la presenza dell'Apostolato della preghiera, dell'ADMA, dell'esternato São Francisco e dei giovani. I gruppi portano i rispettivi stendardi davanti all'altare. All'inizio viene intronizzata l'immagine dell'Ausiliatrice, portata su un carro ornato da fiori e accompagnato dai lettori, dagli accolti e dal celebrante il P. Alfredo, il parroco, che nell'omelia sottolinea il momento festivo e il valore dell'impegno dei movimenti della parrocchia. Ricorda inoltre l'importanza missionaria dei devoti di Maria Ausiliatrice, seguaci del carisma salesiano, promotori e difensori della fede cristiana lungo il corso di 100 anni. E' questo solo l'inizio di un anno commemorativo ricco di appuntamenti di spiritualità e di fraternità per festeggiare un secolo di cammino di fede con Maria Ausiliatrice.
CORATO (BAT) - SECONDO CONVEGNO DEI GRUPPI ADMA DELLA PUGLIA E DELLA BASILICATA Presso il bellissimo Santuario della Madonna delle Grazie di Corato e nelle strutture della adiacente Oasi Nazareth, il 15 Aprile 2012, si è svolto il secondo Convegno dell'ADMA della Puglia e della Basilicata. Quest'anno il Convegno ha visto la presenza di duecento associati in rappresentanza delle ADMA di Bari, Brindisi, Cerignola, Lecce, Manduria, Martina Franca Molfetta e Potenza. Vi era anche una rappresentanza dell'Opera Salesiana di Andria presso la quale si è avviato il cammino per la formazione di un nuovo gruppo ADMA. Il tema della giornata è stato "incamminati nel Triennio di preparazione al Bicentenario della nascita di Don Bosco riviviamo il VI Congresso Internazionale di Maria Ausiliatrice a Czestochowa". La commemorazione di quell'evento, svoltosi in Polonia dal 3 al 7 Agosto del 2011, è stata brillantemente offerta da Tullio Lucca, Presidente dell'ADMA Primaria di Torino Valdocco, dalla moglie Simonetta Rossi e da Francesca Fida dell'ADMA Giovanile di Torino-Valdocco. Essi hanno presentato, rifacendosi all'esperienza del Congresso, il valore e l'esperienza vissuta dell'Affidamento a Maria Ausiliatrice, nelle famiglie e tra i giovani. Sono state particolarmente accolte tre importanti istanze: la formazione per abilitarsi a "vivere la spiritualità del quotidiano con atteggiamenti evangelici... sull'esempio di Maria" (Carta d'identità della Famiglia Salesiana, 37), come ha fatto don Bosco; il coinvolgimento nella vita associativa di famiglie e giovani coppie; la formazione dell'ADMA Giovanile nei nostri ambienti. La celebrazione Eucaristica è stata presieduta da don Tommaso De Mitri, Delegato della Famiglia Salesiana della Puglia. Il Convegno si è concluso con un dialogo tra le ADMA presenti e i tre relatori e con la consegna, da parte del Presidente Mondiale all'ADMA di Lecce, recentemente istituita, del Decreto di Erezione a firma dell'Ispettore Don Pasquale Cristiani e del Diploma di aggregazione all'ADMA Primaria di Torino Valdocco (Don Tommaso De Mitri).

SONDRIO (ITALIA) -

L'ADMA "S. Rocco" di Sondrio si rinnova in vista del centenario della propria erezione. In comunione con la Famiglia Salesiana il 23 ottobre 2011 si è celebrato il Convegno sulla santità salesiana in Valtellina, ricordando San Luigi Guanella, la Venerabile Sr. Maria Troncatti, il Venerabile Don Giuseppe Quadrio e il Servo di Dio don Carlo Braga. Per la festa di don Bosco, gennaio 2012, il vescovo diocesano Mons. Diego Coletti, ha dato avvio al triennio verso il Giubileo del bicentenario di don Bosco celebrando nella nostra chiesa. Come animazione spirituale due gruppi di soci dell'ADMA recitano ogni giorno il santo rosario. Ogni mese è a disposizione dei fedeli un foglio formativo sull'Ausiliatrice e don Bosco. La cappella della Madonna è visitata quotidianamente da parecchie persone. Molto partecipata da tutta la Città è la processione di Maria Ausiliatrice il 24 maggio. Avvicinandosi il centenario dell'aggregazione all'ADMA Primaria di Torino (n° 173 del registro) vogliamo rilanciare le adesioni all'associazione con l'intento di mantenere sempre viva la devozione a Maria (don Franco Rustighini, Animatore spirituale).

MILANO - GIORNATA DI PREPARAZIONE AL VII INCONTRO MONDIALE DELLE FAMIGLIE.

Domenica 29 aprile 2012 diversi gruppi di famiglie dell'ADMA del Piemonte e della Lombardia si sono ritrovate per condividere una giornata di spiritualità e di amicizia in preparazione al grande evento ecclesiale del VII Incontro mondiale delle famiglie, che si celebrerà alla fine del prossimo mese di maggio proprio a Milano con la presenza del S. Padre. La giornata è stata ricca di appuntamenti: la conferenza di don Roberto Carelli, docente di teologia, che ha riletto la realtà della famiglia alla luce dell'icona biblica del buon Pastore, sottolineando come la famiglia vive e cresce se c'è conoscenza e amore vissuti alla presenza di Dio; l'adorazione eucaristica per interiorizzare i contenuti proposti; la condivisione a gruppi di riflessioni ed esperienze; la testimonianza sul Servo di Dio Attilio Giordani (1913-1972), marito e padre, salesiano cooperatore e animatore dell'oratorio, offerta dal figlio Piergiorgio, che ne ha evidenziato il carattere di un uomo positivo, attento al bene che c'è nelle persone, capace di stare in famiglia in modo significativo e incisivo sia nelle relazioni coniugali, sia versoi figli, rispettando e accompagnando le loro scelte di vita; la celebrazione eucaristica presieduta da don Elio Cesari, Incaricato di pastorale giovanile dell'ispettoria lombardo-emiliana, che ha evidenziato come ogni scelta vocazionale nasce sul terreno di famiglie cristiane e come ogni accompagnamento di gruppi famigliari fa maturare vocazionalmente anche i sacerdoti e i consacrati. La giornata si è conclusa dandosi l'appuntamento ai primi di giugno per l'incontro con il papa sempre a Milano.


                                 INFO ADMA        -        INFO ADMA        -        INFO ADMA        -       INFO ADMA   

ADMA Primaria di Torino-Valdocco:

ADMA | Santuario di Maria Ausiliatrice | Via Maria Ausiliatrice 32 | 10152 Torino-Valdocco | ITALIA
Tel.: 0039-011-5224216 | Fax.: 0039-011-52224213 |
E-mail: adma.torino@tiscali.it 
                                   
 Presidente ADMA:
                                    Signor TULLIO LUCCA (incarico fino a 2014) -
E-mail: Tullio.Lucca@gmail.com
Animatore Spirituale ADMA:
Don Pier Luigi CAMERONI |Istituto Salesiano | Via S. G. Bosco 1 - 25075 NAVE - BS
TEL. 030-2530262 - FAX 030 - 2533190 | CELL. 3401452349 |
E-mail: pcameroni@salesiani.it
                                
Siti Internet:  www.donbosco-torino.it/ita/adma
                                                         www.admadonbosco.org


      | HOME PAGE |  HOME PAGE - ITA | ARCHIVIO RIVISTA MARIA AUSILIATRICE |  ADMA-ON-LINE INFO VALDOCCO |


     Visita Nr.