| HOME PAGE  |  HOME PAGE - ITA  | ARCHIVIO RIVISTA MARIA AUSILIATRICE  |   ADMA-ON-LINE  |  INFO VALDOCCO |

 
     Via Maria Ausiliatrice 32 - 10152 Torino-Valdocco   E-Mail: pcameroni@salesiani.it    ADMA Valdocco: adma.torino@tiscali.it  

   ADMAonLine         Messaggio Mensile :    24 Settembre 2009         |    Versione  T

      Maria ci invita alla conversione

Oggi il rischio mortale per noi cristiani è la tepidezza e la superficialità spirituale: "Conosco le tue opere: tu non sei né freddo né caldo. Magari tu fossi freddo o caldo! Ma poiché sei tiepido, non sei cioè né freddo né caldo, sto per vomitarti dalla mia bocca" (Ap. 2,15-16). Alla Madonna, che è nostra Madre, dispiace quella situazione esistenziale di tanti suoi figli che si può definire: "un po' di Dio e un po' del mondo". Una situazione in cui non si decide per la santità e il cuore è diviso.

Quando un cuore è diviso, non c'è l'amore vero; Dio non è amato sopra ogni cosa, ma ci sono idoli nel cuore, che contendono l'amore di Dio. Se ci preoccupa innanzitutto di se stessi, si finisce col curarsi principalmente delle cose di questo mondo e si cade vittima di esse. Si finisce col vedere nei beni di questa terra il vero problema, il fine di tutti gli sforzi. E nasce dentro la grave tentazione di contare unicamente sulle proprie forze e di fare a meno di Dio.

La prima preoccupazione dell'uomo, in genere, è la ricerca ansiosa di ciò che è necessario per dare sicurezza alla sua esistenza. Ebbene Gesù ci mette di fronte al "suo" modo di vedere e ci offre un "suo" modo di agire. Ci domanda un comportamento totalmente diverso da quello usuale, e da tenersi non una sola volta, ma sempre.

E' questo: cercare prima il regno di Dio. Quando saremo orientati con tutto il nostro essere verso Dio e faremo di tutto perché egli regni, cioè governi la nostra vita con le sue leggi dentro di noi e negli altri, il Padre ci darà ciò di cui abbiamo bisogno giorno per giorno.

Essendo noi in una situazione di tiepidezza, non irradiamo la santità agli altri, quindi non siamo luce del mondo, non siamo sale della terra. Nella vita concreta chi è convinto convince: i Santi trascinano! Se ci fossero più santi nella Chiesa, molti che sono indecisi si avvicinerebbero a Dio. Questa situazione di compresso è dovuta al fatto che preghiamo poco.

Soprattutto necessitiamo di qualcosa di più profondo: una costante ricerca della comunione con Dio e della sua Divina Presenza. Bisogna mantenere uno spirito di amicizia con Gesù e di comunione con Lui, di colloquio con Lui. Lo spirito di preghiera fa sì che noi compiamo tutte le azioni della giornata insieme con Gesù.

La Madonna ci sostiene e ci sprona nell'impegno della preghiera e nel lavoro di conversione personale. Nella preghiera, alla luce della Parola di Gesù, vediamo quali sono le cose che non vanno nella nostra vita. Se dalla preghiera noi non usciamo più fervorosi e coscienti dei nostri peccati e soprattutto dell'Amore di Dio, se non prendiamo le decisioni che cambiano la vita, allora la nostra preghiera non è entrata in profondità.

Se siamo uniti a Dio durante la preghiera e il nostro cuore si libera dagli idoli e diventa tempio del Dio vivente, allora per gli altri siamo un segno dell'Amore di Dio, siamo un segno che Dio è con noi.
L'appello alla conversione è anche per dare speranza al futuro.

In un mondo senza speranza, soprattutto per tanti giovani, la Madonna ci addita la meta a cui dobbiamo tendere: il nostro cuore deve essere pieno di desiderio di Paradiso! Tutto passa. L'eternità resta. Una cosa sola è necessaria: la salvezza eterna della nostra anima!

                                                                                     Don Pier Luigi Cameroni, Animatore Spirituale

PREGHIAMO MARIA AUSILIATRICE


MEDITARE IL ROSARIO CON SAN GIOVANNI MARIA VIANNEY (Prima parte)

"L'Ave Maria, una preghiera che è sempre nuova" L'Ave Maria è una preghiera che non stanca mai. Quando si parla delle cose della terra, del commercio, della politica, ci si stanca: ma quando si parla della Madonna, è sempre nuovo... Tutti i santi hanno una grande devozione alla Madonna; nessuna grazia viene dal cielo senza passare per le sue mani.

Quando si vuole offrire qualcosa a un grande personaggio, si fa presentare questo dono dalla persona che egli preferisce affinché l'omaggio gli sia gradito. Così le nostre preghiere, presentate dalla Santa Vergine, hanno tutt'altro merito, perché la Santa Vergine è l'unica creatura che non abbia mai offeso Dio. Soltanto la Madonna ha compiuto il primo comandamento: un solo Dio adorerai e amerai perfettamente. Ella l'ha compiuto nella sua totalità...

Tutto quello che il Figlio chiede al Padre gli è concesso. Tutto ciò che la Madre chiede al Figlio le è similmente concesso. Quando le nostre mani hanno toccato degli aromi, profumano tutto ciò che toccano; facciamo passare le nostre preghiere per le mani della Madonna: lei le profumerà. Penso che alla fine del mondo la Madonna sarà ben tranquilla, ma finché il mondo dura è tirata da tutte le parti.

La Madonna è come una madre che ha molti figli. È continuamente occupata ad andare dall'uno all'altro (Giovanni Maria Vianney, il santo curato d'Ars).
"Rivolgiamoci a Lei con grande fiducia, e siamo sicuri che, per quanto miserabili siamo, Lei ci otterrà la grazia della nostra conversione".
Sia benedetta la Santissima Immacolata Concezione della Beatissima Vergine Maria Madre di Dio! o Maria, tutte le genti glorifichino, e tutta la terra invochi e benedica il tuo cuore immacolato

MISTERI DELLA GIOIA (lunedì e sabato)

1° Mistero della gioia: L'Annunciazione
Frutto del mistero: L'umiltà
"Siamo agli occhi di Dio quel che siamo: né più, né meno: Dobbiamo soltanto compiacerlo. Tutto il nostro merito è di contribuire alla grazia".
Signore, per l'intercessione di Maria Immacolata, risveglia nel cuore dei giovani il desiderio di seguirti con fiducia sul cammino del Sacerdozio, del matrimonio o della vita consacrata.

2° Mistero della gioia: La Visitazione
Frutto del Mistero: L'amore del prossimo
"Un buon cristiano che ama Dio e il prossimo, vedete come è felice! Quanta pace nella sua anima! Quelli che amano il buon Dio sono felici così quelli che sono intorno a loro".
Signore, per l'intercessione di Maria Immacolata, suscita nel mondo delle persone raggianti di carità.

3° Mistero della gioia: La Natività
Frutto del Mistero: La Povertà
"Più ci si rende poveri per l'amore di Dio, più si è ricchi in realtà… I poveri e gli amici dei poveri sono gli amici di Dio".
Signore, per l'intercessione di Maria Immacolata, insegnaci ad accogliere i poveri e a servirli con gioia.

4° Mistero della gioia: La Presentazione di Gesù al Tempio
Frutto del Mistero: L'obbedienza e la purezza
"Fratelli miei, non siamo più felici di Simeone? Possiamo guardare Gesù sempre, se vogliamo. Non viene soltanto nelle nostre braccia, ma nel nostro cuore."
Signore, per l'intercessione di Maria Immacolata, disponi i bambini ad una obbedienza filiale e piena d'amore verso i genitori.

5° Mistero della gioia: Il ritrovamento di Gesù nel Tempio
Frutto del Mistero: La ricerca di Dio in tutte le cose
"Se vogliamo testimoniare al buon Dio che l'amiamo, bisogna compiere la sua volontà. Il mezzo più sicuro di conoscere la volontà di Dio, è di pregare la nostra buona Madre".
Signore, per l'intercessione di Maria Immacolata, aiuta tutti quelli che devono prendere delle decisioni importanti a mettere Dio al primo posto.

MISTERI DELLA LUCE (giovedì)

1° Mistero della luce: Il Battesimo di Gesù nel fiume Giordano
Frutto del Mistero: Ravvivare in noi la grazia del nostro battesimo
"Un cristiano creato a immagine di Dio, un cristiano riscattato dal sangue di un Dio. Un cristiano, figlio di Dio, fratello di un Dio, l'erede di un Dio".
Signore, per l'intercessione di Maria Immacolata, rafforza la fede di tutti coloro che si preparano a ricevere il Battesimo.

2° Mistero della luce: Le nozze di Cana
Frutti del Mistero: L'amore alla Chiesa
"Tutto quello che il Figlio domanda al Padre gli è accordato. Tutto quello che la Madre domanda al Figlio le è ugualmente accordato. Quel che ci deve impegnare a rivolgerci ad Essa con grande fiducia, è che Lei è sempre disponibile.
Signore, per l'intercessione di Maria Immacolata, fa' crescere nei nostri cuori l'amore e la fiducia verso la Chiesa, nostra Madre.

3° Mistero della luce. L'Annuncio del Regno di Dio e l'invito alla conversione
Frutto del Mistero: La Conversione
"Nostro Signore che è la verità stessa, non fa distinzione tra la Parola e il suo Corpo. E' totalmente impossibile amare Dio e piacergli senza essere nutriti da questa Parola divina".
Signore, per l'intercessione di Maria Immacolata, santifica i sacerdoti nell'esercizio del loro ministero, perché siano immagine credibile del Buon Pastore.

4° Mistero della luce: La Trasfigurazione
Frutto del Mistero: La grazia di una vita interiore
"Come i discepoli sul Tabor videro soltanto Gesù, le anime interiori, sul Tabor del loro cuore, vedono soltanto Nostro Signore. Sono due amici che non si stancano mai l'uno dell'altro".
Signore, per l'intercessione di Maria Immacolata, aiuta i cristiani a vivere una vita di preghiera sempre più profonda.

5° Mistero della luce: L'istituzione dell'Eucaristia
Frutto del Mistero: La fede nella presenza reale
"Tutte le opere buone riunite non equivalgono al Sacrificio della Messa, perché esse sono le opere degli uomini e la Santa Messa è l'opera di Dio".
Signore, per l'intercessione di Maria Immacolata, fa' che l'Eucaristia sia la sorgente e la vetta della nostra vita cristiana.

INTENZIONI APOSTOLATO DELLA PREGHIERA - OTTOBRE 2009



Generale: Perché la domenica sia vissuta come il giorno in cui i cristiani si riuniscono per celebrare il Signore risorto, partecipando alla mensa dell'Eucaristia.
Missionaria: Perché tutto il Popolo di Dio, a cui è stato affidato da Cristo il mandato di andare e predicare il Vangelo ad ogni creatura, assuma con impegno la propria responsabilità missionaria e la consideri come il più alto servizio che può offrire all'umanità.
Dei vescovi: La scuola e l'università non esauriscano il loro compito nel trasmettere conoscenze, ma promuovano la formazione integrale degli studenti.
Mariana: Perché con la recita del Rosario i credenti si rendano consapevoli che la Vergine Maria forma ad immagine del Figlio suo coloro che le appartengono.

CRONACA DI FAMIGLIA


ADMA Primaria, Torino-Valdocco


ESERCIZI SPIRITUALI FAMIGLIE S. CHIARA (Valle d'Aosta, Italia)

Come lo scorso anno, dal 2 al 15 agosto si sono svolti 2 turni di esercizi spirituali per giovani coppie presso la casa alpina salesiana di Pracharbon (Ayas - Valle d'Aosta). Circa una trentina di giovani famiglie nel primo turno e una quarantina nel secondo, hanno condiviso una singolare esperienza di fede e di preghiera, mentre i figli erano guidati da bravi animatori.

Si tratta di coppie che già vivono un cammino cristiano (Gruppo Famiglie Santa Chiara) sotto la guida di don Roberto Carelli, salesiano, formatore e docente di teologia presso la comunità di Torino-Crocetta. Il filo conduttore degli incontri nella prima settimana, guidata da don Pierluigi Cameroni, è stato "Essere discepoli di Gesù alla scuola di San Paolo", mentre nella seconda, animata da don Roberto, è stato "Le Beatitudini".

Le giornate, ritmate da un grande clima di preghiera, riflessione, direzione spirituale e condivisione, si sono caratterizzate per un intenso spirito di famiglia e di gioia evangelica e per un particolare aiuto di Maria Ausiliatrice e di don Bosco. Vi è stata anche l'opportunità di presentare lo spirito e il cammino dell'ADMA, con cui già diverse di queste coppie sono in contatto attraverso l'incontro mensile che si svolge ogni 24 del mese presso la cappella Pinardi a Torino. Infatti una quindicina di queste coppie si stanno preparando a fare la loro promessa che avrà luogo il prossimo 4 ottobre a Torino in occasione della Giornata Mariana.

Il carisma salesiano nell'animazione della famiglia ritorna alle sue origini e la famiglia nell'incontro con lo spirito di don Bosco acquista in dinamicità e gioia evangelica. Anche questa esperienza è un grande dono di grazia frutto dell'amore di Maria che porta avanti la sua Associazione. Si vede la grazia che opera nella vita delle coppie e delle famiglie quando si decidono per Dio.

DUE SIGNIFICATIVE ESPERIENZE di comunione nello spirito salesiano e nell'anno dedicato alla Famiglia Salesiana sono state la predicazione da parte di don Pier Luigi Cameroni degli Esercizi Spirituali ai Salesiani Cooperatori del Triveneto ad Auronzo di Cadore (Belluno), su invito del Coordinatore provinciale sig. Ivo Borri, e a 27 giovani confratelli salesiani dell'Italia e di altri paesi che quest'anno fanno la loro professione perpetua. Entrambe le esperienze sono state un dono per ravvivare la comune passione apostolica del Da mihi animas e insieme occasione privilegiata per far conoscere lo spirito e la vita dell'Associazione di Maria Ausiliatrice.

HERRERA DE PISUERGA (PALENCIA) - SPAGNA -


HOMENAJE A MARÍA AUXILIADORA. Lo scorso 31 maggio ebbe luogo un grande raduno di membri dell'ADMA e di tutta la Famiglia Salesiana dell'Ispettoria San Giacomo con sede in Léon (circa 630 persone). I pellegrini provenivano dalle varie presenze salesiane delle regioni delle Asturie, Castiglia e Léon. Questo raduno fu motivato dal compimento di 50 anni dall'arrivo dei salesiani ad Herrera de Pisuerga e la fondazione di quella che allora si chiamava "Arciconfraternita di Maria Ausiliatrice". La permanenza dei salesiani fu solo di 10 anni, realizzando un Centro di Formazione Professionale, Scuole Primarie e accogliendo nell'internato 90 aspiranti coadiutori salesiani. Senza dubbio l'Associazione di Maria Ausiliatrice si consolidò e si diffuse miracolosamente, come gli altri rami della Famiglia Salesiana. La bellissima immagine di Maria Ausiliatrice fu posta nella Chiesa parrocchiale e si mantengono tuttora le celebrazioni del 24 del mese, la novena e la festa di Maria Ausiliatrice, anche se non vi sono più i salesiani. La ADMA di Herrera, con il suo Presidente Fulgencio Amo e animata dal Vicario Ispettoriale Don Eusebio Martínez, preparò un grande "Homenaje a María Auxiliadora" per celebrare questa commemorazione. Contarono sulla collaborazione del Parroco e l'appoggio del sindaco della città Sig. Javier San Millán, exalunno salesiano, che fu presente a tutti i momenti, accompagnato dalla Giunta Municipale, dal Gruppo Culturale della città, con i costumi tradizionali, dal coro e dall'orchestra della casa salesiana di Astudillo (Palencia), dall'ADMA locale e da un gran numero di devoti. Le celebrazioni iniziarono nella Plaza Mayor della città, dove il sindaco diede il benvenuto e fece un sentito elogio del lavoro dei salesiani e dell'influenza della devozione a Maria Ausiliatrice nei giovani e nelle famiglie. Successivamente la gente accompagnò l'immagine di Maria Ausiliatrice processionalmente fino al luogo dove stava il Collegio, e qui si celebrò con grande solennità l'Eucaristia, presieduta dal vicario ispettoriale D. Eusebio Martínez e concelebrata dai sacerdoti salesiani che avevano lavorato in quel collegio. Tra essi il delegato nazionale dell'ADMA Don Eleuterio Lobato. Erano presenti anche vari coadiutori salesiani. Nel corso dell'Eucaristia le Associazioni locali di Maria Ausiliatrice fecero offerta di importanti donativi per la fondazione "Juan Soñador", che si occupa nell'Ispettoria di tutte le necessità sociali e missionarie. Dopo un tempo di festosa convivenza ci fu il momento del congedo con il canto "Rendidos a tus plantas, Reina y Señora", che tutti i pellegrini cantavano con emozione e lacrime. Maria Ausiliatrice, ancora una volta era la padrona dei cuori: oggi ha dato un grande impulso alla vita e alla speranza. Con Lei tutto è possibile!

RODEO DEL MEDIO- MENDOZA - (ARGENTINA) -


RIUNIONE DEI PRESIDENTI DELL'ADMA DELLA PROVINCIA DI CÓRDOBA.

All'incontro svoltosi nei giorni 6 e 7 giugno sono presenti i Presidenti dell'ADMA della provincia de Córdoba-capital: Parroquia María Auxiliadora; Parroquia San Antonio de Padua Barrio San Vicente; Ceferino Namuncurá de Río Tercero; Colegio Ängel Zerda de Salta; Colegio Don Bosco de San Juan; Colegio Don Bosco de Mendoza; Oratorio Ceferino Namuncurá de las Heras, Mza; Parroquia María Auxiliadora de Rodeo del Medio e l'animatore spirituale ispettoriale P. Aldo Tobares. Partecipano inoltre il Padre José Bocalón e Padre Cristian della comunità salesiana di Rodeo del Medio. Il Padre Tobares richiama le finalità dell'incontro: aiutarci a crescere nella devozione alla Vergine in un clima di familiarità, solidarietà, nello spirito del Vangelo; approfondire la nostra devozione alla Vergine, poiché il nostro carisma specifico è diffondere la devozione a Maria Ausiliatrice e a Gesù Eucaristia; incontrarci per portare le nostre esperienze e per riportare nei gruppi l'esperienza condivisa. Il Padre Aldo successivamente consegna per la lettura e l'analisi un bollettino di Eduardo A. González, dal titolo "Las expresiones religiosas de las nuevas necesidades populares", dove l'autore propone delle riflessioni che collegano le nuove forme di religiosità popolare con la situazione sociale e personale di chi le vive o le cerca, evidenziando luci ed ombre di tale fenomeno. Antiche esigenze ritornano con nuova forza, mentre altre devozioni vanno perdendo rilevanza. Come cristiani dobbiamo tornare ad evangelizzare, a mettere luce in tutte queste provocazioni, andando verso la gente. Dopo la visita turistica a la "Bodega de Rodeo de Medio" e al santuario di Maria Ausiliatrice, nel pomeriggio l'incontro prosegue con riflessioni di gruppo e informazioni. L'impegno a "Rilanciare la devozione alla Vergine" secondo le sollecitudini del Rettor Maggiore, si concretizza nella programmazione per l'anno 2010 della riunione di tutte le ADMA dell'Ispettoria, con l'obiettivo di curare meglio l'identità associativa, l'impegno di promozione della devozione all'Ausiliatrice, rinnovando le motivazioni e l'impegno apostolico soprattutto verso i piccoli. Un'attenzione speciale viene data alla lettura e all'impegno di diffusione dell'ADMAonline. Alle 19.00 la celebrazione eucaristica nel Santuario con la partecipazione di tutti e con l'offerta di una corona a Maria Ausiliatrice. Il giorno 7 l'incontro prosegue con la visita alle opere salesiane di Mendoza. Nel pomeriggio si realizza la presentazione e la valutazione di ogni ADMA. Il Padre Tobares sottolinea che è importante guardare e valutare ciò che facciamo, per continuare a lavorare per il bene dell'Associazione a cui apparteniamo. Nella valutazione dell'incontro tutti riconoscono il valore e l'importanza del raduno: "fu un regalo della Vergine"; "un'esperienza forte e fondamentale"; "molto utile il conoscere distinte forme di devozione alla Vergine"; "non dobbiamo privare nessuno della vita dell'ADMA". Dopo le comunicazioni finali si conclude con un momento di preghiera e con l'accensione delle candele, segno della luce di Cristo, e l'orazione e il canto alla Vergine Ausiliatrice. L'incontro termina in un clima di spiritualità, gioia e impegno per lavorare all'evangelizzazione dei giovani.

LA TOLA (ECUADOR) - GRUPPO ESTIBADORES IN CRISTO RE.


L'Associazione di Maria Ausiliatrice, desiderando la promozione umana e cristiana di ogni persona, va svolgendo riunioni con un gruppo di 70 scaricatori del Mercato Centrale, che sono già ben organizzati, tengono un direttivo e hanno creato un fondo di solidarietà per aiutare i più bisognosi della loro associazione. L'ADMA si è riunita in tre occasioni con questo gruppo, che vive un'intensa vita cristiana, benedetta da Dio. In queste riunioni vi è la presenza del P. Emilio Vera che propone talleres di formazione cristiana, oltre alla presenza della Sig.ra Blanca de Narváez, Presidente dell'ADMA della stessa parrocchia e altre associate, che si sono organizzate per l'accoglienza, l'animazione e la condivisone. Da parte dei sacerdoti salesiani si è offerta la possibilità che questi lavoratori possano incontrarsi una volta al mese nei saloni parrocchiali. I talleres proposti sono di grande interesse e vengono seguiti non solo per la formazione specifica, ma per la crescita integrale. L'ADMA ringrazia Dio e Maria Ausiliatrice che vanno aprendo cammini che ci avvicinano alle persone, alle quali si dona una luce di speranza (Ing. Jeaneth Barahona Reportera de ADMA).

SICILIA (ITALIA) -


IL 5° PELLEGRINAGGIO MARIANO DELL'ADMA REGIONALE quest'anno ha avuto un tono particolare perché abbiano voluto evidenziare la grande ricorrenza del 140° anniversario della Fondazione dell'Associazione di Maria Ausiliatrice. Il Pellegrinaggio 2009 si è svolto 13 Giugno ad Agrigento, per dare la possibilità ai Centri della Sicilia Occidentale di essere presenti. Molte persone si sono prodigate perché tutto andasse bene: i Delegati Regionali, Don Edoardo Cutuli, Suor Carmelina Cappello e la Presidente regionale Luigina Ciaramella con tutto il Consiglio, Sr Maria Lavenia, Direttrice dell'Istituto delle Figlie di Maria Ausiliatrice di Agrigento, che si è prodigata presso le autorità della Città, soprattutto il Sindaco, Dr. Marco Zambuto, che ha fatto di tutto per poterci ospitare presso il teatro comunale Luigi Pirandello, dove è avvenuta l'accoglienza di tutti Centri. Hanno partecipato al pellegrinaggio i seguenti Gruppi: Calatabiano FMA - Caltagirone FMA - Capaci Parr. San Rocco - Catania Canalicchio FMA - Catania M. Ausiliatrice FMA - Catania S. Francesco SDB - Floridia Parr. S. G. Bosco - Gela SDB - Lercari Freddi Parr. M. SS. Costant. - Marsala SDB - Modica SDB - Palagonia - Siracusa FMA e F.S. - Taormina SDB per un totale di circa 450 persone. Dopo l'accoglienza, e durante il momento di preghiera iniziale, Don Edoardo ha benedetto un pannello che riproduce l'immagine della pala del quadro di Maria Ausiliatrice che troneggia sull'altare della Basilica di Torino.

Momento centrale è la relazione di Don Edoardo Cutuli, Delegato Regionale ADMA, sul tema "Con Don Bosco alla Scuola di Maria, Donna Eucaristica". Vivere l'Eucarestia non significa solo ricevere il Corpo del Signore, ma portare agli altri la pace che abbiamo dentro, vivendo il sistema preventivo di Don Bosco con tutte le persone che frequentiamo.

Maria ci vuole combattenti per aiutare i giovani e i più deboli. Ecco cosa vuol dire vivere la nostra fede: è Maria la nostra forza; se siamo veramente figli suoi, Lei ci suggerisce cosa dobbiamo fare, come faceva con Don Bosco. La mattinata al teatro termina con la sfilata degli stendardi, il saluto del Sindaco di Agrigento ed i ringraziamenti della Presidente e dei Delegati Regionali Don Edoardo e Sr Carmelina. Il pellegrinaggio si è concluso con la solenne Concelebrazione Eucaristica, nella Basilica "Beata Maria Vergine Immacolata" a S. Francesco di Agrigento, presieduta da Sua Ecc.za Rev.ma Mons. Francesco Montenegro, Arcivescovo di Agrigento. L'Arcivescovo durante l'omelia elogia la nostra Associazione, sottolineando l'importanza della formazione dei laici che, sotto la guida di Maria, possono essere fermento nel mondo (Petitto Venera).

ARESE - (MILANO - ITALIA) -


Il giorno 23 Giugno 2009 l'ADMA di Arese ha festeggiato il 25° di Ordinazione Sacerdotale di Don Pier Luigi Cameroni nella chiesa di Maria Aiuto dei Cristiani, chiesa dove nel 1984 iniziò la sua missione sacerdotale nel carisma di San Giovanni Bosco. Alla celebrazione eucaristica erano presenti i confratelli salesiani di Arese e di Nave, oltre una significativa rappresentanza dei gruppi dell'ADMA e di altri membri della Famiglia Salesiana. Con i parenti di Don Pier Luigi c'era la presidente della Primaria di Torino, Sig.ra Giuseppina Chiosso, e tanti amici che hanno voluto partecipare a questa ricorrenza. Dopo la Santa Messa nei locali dell'oratorio abbiamo cenato in un'atmosfera di gioia di amicizia e di serenità. L'ADMA di Nave ha fatto dono al gruppo di Arese di una bellissima statuetta dell'Ausiliatrice come segno di condivisione e di amicizia nel segno di Maria. Un grazie speciale all'Ausiliatrice che ci ha aiutato, seguito e ispirato nell'organizzazione e nella realizzazione di questa meravigliosa e speciale giornata. La Madonna protegga e vegli sempre su Don Pier Luigi Cameroni (Francesco e Silvana Passoni).

PELLEGRINAGGIO A MEDJUGORJE 25 - 30 LUGLIO 2009



46 pellegrini, di cui una trentina giovani provenienti per la maggior parte da Avigliana (Torino) e animati da Enrico e Michela Fantino, giovane coppia aspiranti ADMA, hanno vissuto una particolare esperienza di grazia. La presenza di questi giovani e di alcune coppie giovani dell'ADMA di Torino, di Nave (Brescia) e Arese (Milano), ha dato un tono speciale a queste giornate di grazia. L'azione materna di Maria è stata davvero straordinaria nell'aprire il cuore di tutti alla dono della conversione, della riconciliazione, del rinnovamento della vita. Diverse testimonianze raccontate nel viaggio di ritorno hanno avuto il sapore della storia di San Paolo che ha incontrato Gesù Risorto sulla via di Damasco. Il forte cammino di preghiera, una vera "potenza di fuoco con Maria Ausiliatrice e Regina della Pace", la ricchezza delle testimonianze ascoltate, l'incontro con Marija Pavlovic, la salita al Colle delle apparizioni e al monte della Croce, il clima di intensa fraternità e amicizia spirituale, sono state i tratti significativi di questo pellegrinaggio. I giovani in particolare hanno accolto la grazia della conversione come un forte aiuto nella lotta contro il Golia che è in noi e fuori di noi e che va vinto con i 5 sassi della preghiera (Rosario), dell'Eucaristia, della confessione, della Parola di Dio e del digiuno. Nelle varie testimonianze ascoltate, nelle diverse comunità visitate tutti hanno sottolineato il valore e l'importanza di vivere il messaggio della pace come cammino di fede e di vita cristiana.

UN ALTRO FIGLIO DI DON BOSCO E UN GRANDE DEVOTO DELL'AUSILIATRICE PARTE PER L'ETERNITÀ


Abbiamo appreso con vivo dolore la notizia dell'improvvisa scomparsa di don Puthota Benjamin, direttore dell'Opera salesiana di Istanbul (Turchia) e grande devoto di Maria Ausiliatrice e propagatore dell'Associazione a Lei dedicata. Tutta l'ADMA partecipa vivamente a questo dolore ed eleva preghiere di suffragio per l'anima di questo grande salesiano. Ricordiamo con riconoscenza la sua passione nel costituire e nel curare il gruppo ADMA di Istanbul, la sua comunione con l'ADMA Primaria di Torino. Assicuriamo per il compianto don Benjamin un ricordo speciale nella Basilica di Maria Ausiliatrice in Torino, un ricordo a tutti i membri dell'ADMA, alla presidente Madam Birgül, ai confratelli salesiani. Preghiamo perché il Signore con l'intercessione dell'Ausiliatrice e di don Bosco susciti sante vocazioni alla Congregazione e alla Famiglia Salesiana che sull'esempio di don Benjamin dedichino la loro vita per la salvezza dei giovani. D. Giuseppe Giorgis, parroco salesiano della Cattedrale latina di Istanbul, così ci scrive: "Nel servizio funebre, tutti hanno testimoniato la devozione mariale di D. Benjamin. I membri dell'ADMA di Istanbul erano tutti presenti ed hanno partecipato attivamente all'animazione della liturgia. Che Maria Ausiliatrice accolga il suo grande devoto nella gloria del Padre e ci protegga tutti con il suo manto".

"Veramente non c`è niente di più bello
che incontrare e comunicare Cristo a tutti!"

In risposta all'invito del Rettor Maggiore rivolto a tutta la Famiglia Salesiana ad agire come un vero movimento di discepoli ed apostoli di Gesù e ad impegnarsi nell'evangelizzazione dei giovani, anche noi come ADMA vogliamo assumere la sfida di aiutare i giovani "a guardare gli altri non più soltanto con i propri occhi e con i propri sentimenti, ma secondo la prospettiva di Gesù Cristo". Come segno concreto di sintonia con questo impegno proponiamo uno strumento formativo di 10 schede che seguendo il magistero di papa Benedetto XVI vogliono aiutare i gruppi ADMA ad approfondire alcuni contenuti chiave dell'evangelizzazione. I testi sono leggibili nella sezione "Archivio" del sito.

English - ADMA: the formation process 2010:
www.donbosco-torino.it/eng/adma/Archives/2/2009_01-Formation_Process-2010.html

Français - ADMA: le chemin de formation 2010
www.donbosco-torino.it/fra/adma/Archives/2/2009_01-Chemin_Formation-2010.html

Português - ADMA: o 2010port/adma/ /index.html
www.donbosco-torino.it/port/adma/Arqivo/2/2009_01-Caminho_de_formacao-ADMA-2010.html

Español - ADMA: el camino de formación de 2010
www.donbosco-torino.it/spa/adma/Archivo/2/2009-01-Camino-Formacion-2010.html

Italiano - ADMA: il cammino di formazione 2010
www.donbosco-torino.it/ita/adma/Archivio/2009/01-Cammino_Formazione-2010.html


             INFO ADMA   -   INFO ADMA   -   INFO ADMA   -   INFO ADMA    -   INFO ADMA  

ADMA Primaria di Torino-Valdocco:

ADMA | Santuario di Maria Ausiliatrice | Via Maria Ausiliatrice 32 | 10152 TORINO-VALDOCCO | ITALIA
Tel.: 0039-011-5224216 | Fax.: 0039-011-52224213 |
E-mail: adma.torino@tiscali.it 
                     
 Presidente ADMA:
                      
Signora CHIOSSO GIUSEPPINA (incarico fino a 2010) - E-mail: giusy.chiosso@yahoo.it
Animatore Spirituale ADMA:
Don Pier Luigi CAMERONI |Istituto Salesiano | Via S. G. Bosco 1 - 25075 NAVE - BS
TEL. 030-2530262 - FAX 030 - 2533190 | CELL. 3401452349 |
E-mail: pcameroni@salesiani.it
                                      
 Sito Internet:  www.donbosco-torino.it/ita/adma


      | HOME PAGE |  HOME PAGE - ITA | ARCHIVIO RIVISTA MARIA AUSILIATRICE |  ADMA-ON-LINE INFO VALDOCCO |


        Visita Nr.