| HOME PAGE  |  HOME PAGE - ITA  | ARCHIVIO RIVISTA MARIA AUSILIATRICE  |   ADMA-ON-LINE  |  INFO VALDOCCO |

 
     Via Maria Ausiliatrice 32 - 10152 Torino-Valdocco   E-Mail: pcameroni@salesiani.it    ADMA Valdocco: adma.torino@tiscali.it  

   ADMAonLine         Messaggio Mensile :    24 Giugno 2009         |     Versione  T

MARIA AUSILIATRICE: CON LEI POTENZA DI FUOCO

"Perché la Pentecoste si rinnovi nel nostro tempo, bisogna forse - senza nulla togliere alla libertà di Dio - che la Chiesa sia meno "affannata" per le attività e più dedita alla preghiera. Ce lo insegna la Madre della Chiesa, Maria Santissima, Sposa dello Spirito Santo… Dio vuole continuare a donare questo "fuoco" ad ogni generazione umana, e naturalmente è libero di farlo come e quando vuole. Egli è spirito, e lo spirito "soffia dove vuole" (cfr Gv 3,8).

C'è però una "via normale" che Dio stesso ha scelto per "gettare il fuoco sulla terra": questa via è Gesù, il suo Figlio Unigenito incarnato, morto e risorto… Questo "fuoco" puro, essenziale e personale, il fuoco dell'amore, è disceso sugli Apostoli, riuniti in preghiera con Maria nel Cenacolo, per fare della Chiesa il prolungamento dell'opera rinnovatrice di Cristo" (Benedetto XVI omelia di Pentecoste 31.05.2009).

Come avere in noi questo fuoco? Occorre anzitutto credere in Cristo. Ma ciò non basta. La fede deve influire sulla dimensione concreta della vita: vivere conformemente a questa fede, mettendo in pratica le parole di Gesù; non trascurare quei mezzi divini che Cristo ha lasciato e mediante i quali otteniamo o riacquistiamo quel fuoco che lui ha acceso nei nostri cuori; essere inseriti nella comunità ecclesiale.

Questo fuoco è espressione di un'unità con lui, ma anche di un'unità sua con noi. E nasce da questo un rapporto e un colloquio d'amore reciproco, una collaborazione fra Gesù e noi, suoi discepoli. Ed ecco la conseguenza: il fuoco acceso in noi divampa attorno a noi attraverso un vero incendio apostolico, e cioè con la capacità di aprire gli occhi di molti alle parole uniche, rivoluzionarie di Cristo e di dare ad essi la forza di seguirle; suscitare, o anche edificare, opere piccole o grandi per sollevare i più vari bisogni del mondo secondo i carismi che Dio ha dato; portare nell'umanità che ci circonda una corrente di bontà, di comunione, di amore reciproco.

"A Nazaret, Maria ricevette l'annuncio della sua singolare maternità, e, subito dopo aver concepito Gesù per opera dello Spirito Santo, dallo stesso Spirito d'amore fu spinta ad andare in aiuto dell'anziana parente Elisabetta, giunta al sesto mese di una gravidanza pure prodigiosa.

La giovane Maria, che porta in grembo Gesù e, dimentica di sé, accorre in aiuto del prossimo, è icona stupenda della Chiesa nella perenne giovinezza dello Spirito, della Chiesa missionaria del Verbo incarnato, chiamata a portarlo al mondo e a testimoniarlo specialmente nel servizio della carità. Invochiamo pertanto l'intercessione di Maria Santissima, perché ottenga alla Chiesa del nostro tempo di essere potentemente rafforzata dallo Spirito Santo" (Benedetto XVI Regina Coeli Pentecoste 2009).

Maria prega con noi e per noi in un rinnovato cenacolo, perché la potenza di fuoco dello Spirito rinnovi la faccia della terra, perché tutti i battezzati siano rigenerati nella grazia e nella bellezza della fede e siano guidati sulla via della testimonianza e dell'amore in particolare verso coloro che sono lontani da Dio e dal suo amore.
                                                                                     
Don Pier Luigi Cameroni, Animatore Spirituale


Il 28 maggio è deceduto a Siviglia il Padre MATA BARREÑA Rafael all'età di 78 anni.

Lo ricordiamo perché per diversi anni fu animatore nazionale dell'ADMA della Spagna. Fu un salesiano di grande entusiasmo, appassionato di Maria Ausiliatrice e di don Bosco. Fece parte della Prima Commissione Nazionale di animazione mariana, guidò i Congressi Nazionali di Barcellona, Vigo e Malaga.

Collaborò allo svolgimento del Primo Congresso Internazionale, che fu preparato in Spagna con il coordinamento di don Gianni Sangalli, diresse quello di Siviglia e assistette a quello di Cochabamba in Bolivia. Diede grande impulso all'ADMA dell'Ispettoria di Siviglia e innalzò il santuario di Maria Ausiliatrice, oggi eretto a Basilica (don Eleuterio Lobato).

ANNO SACERDOTALE

L'Anno Sacerdotale, indetto dal Papa Benedetto XVI, per celebrare il 150º anniversario della morte di S. Giovanni Maria Vianney, il Santo Curato D'Ars, è iniziato il 19 giugno, solennità del Sacro Cuore di Gesù e Giornata Mondiale di preghiera per la santificazione dei sacerdoti. Anche noi come Associazione di Maria Ausiliatrice vogliamo impegnarci, con determinazione, profondità e fervore, affinché sia un anno di grazia affinché i nostri sacerdoti siano santi e gioiosi nel lavoro apostolico quotidiano.

INTENZIONI APOSTOLATO DELLA PREGHIERA - LUGLIO 2009



Generale: Perché i cristiani del Medio Oriente possano vivere la loro fede in piena libertà ed essere strumento di riconciliazione e di pace.
Missionaria: Perché la Chiesa sia germe e nucleo di un'umanità riconciliata e riunita nell'unica famiglia di Dio, grazie alla testimonianza di tutti i fedeli in ogni Paese del mondo.

CRONACA DI FAMIGLIA


ADMA Primaria di Torino-Valdocco

Un periodo intensissimo di incontri e di piccole e grandi occasioni per animare gruppi locali, partecipare a incontri, presentare la nostra Associazione

2009.05.15 Torino: Incontro con la comunità salesiana e parrocchiale del Michele Rua presentazione dell'ADMA su invito del Direttore don Lagostina Alberto e del parroco don Avallone Gianfranco.
2009.05.16 Torino: Ritiro e presentazione dell'ADMA a tutta la Famiglia Salesiana dell'Agnelli su invito del direttore don Avagnina Alessandro e della direttrice FMA Sr. Repetto Annunziata.
2009.05.18 Torino: trasmissione a Radio Maria con la presentazione del secondo Quaderno "Ave Maria Ausiliatrice!".

Il culmine di questo tempo è la festa di Maria Ausiliatrice vissuta a Torino con grande partecipazione di fedeli e di pellegrini, in particolare per la veglia, le celebrazioni eucaristiche e la straordinaria processione.

L'ADMA ha assistito in modo particolare all'eucaristia presieduta dal Rettor Maggiore e alla processione, dove erano presenti diverse famiglie e coppie giovani.

Vogliamo riportare le impressioni della nostra traduttrice portoghese Sig.ra Leda Souza, dottoressa brasiliana, che ha vissuto un periodo a Torino in occasione della novena e della festa dell'Ausiliatrice: "Sono molto felice di condividere momenti speciali presso la Basilica di Maria Ausiliatrice a Torino. È stato un tempo di gioia, di preghiera, di riflessione e di accoglienza paterna da parte di Don Bosco. Le belle giornate a Torino, attraverso la novena e la festa, con un sole splendente e un cielo senza nubi, hanno dato luce a tutto, anche al viso delle persone.

La processione, la bellissima statua di Maria Ausiliatrice, la piazza piena di gente, la Messa della mezzanotte, la gioia di tutti i fedeli erano espressione di tanta fede e tanta gioia! Anche la festa liturgica dell'Ascensione del Signore ha sottolineato che è Maria che ci guida a Gesù ed èfelice di guidarci a Lui. Questo è stato un tempo di gioia e di rinnovamento della mia fedeltà al nostro padre spirituale Don Bosco e a tutto quello che ci ha insegnato. La bellissima accoglienza che ho ricevuto dall'ADMA Primaria di Torino è stata parte di tutta questa gioia" (Leda Souza - Brasile).

ROMA - CONSULTA MONDIALE DELLA FAMIGLIA SALESIANA -

Si è svolta dal 29 al 31 maggio, presso la Casa generalizia dei Salesiani, la Consulta Mondiale della Famiglia Salesiana. Le tre giornate, vissute in un clima di grande apertura e fraternità, hanno visto la partecipazione dei rappresentanti di 21 gruppi dei 26 che attualmente compongono il "vasto movimento di persone per la salvezza dei giovani". I lavori, presieduti da don Adriano Bregolin, Vicario del Rettor Maggiore e Responsabile per la Famiglia Salesiana, hanno privilegiato in un primo momento la conoscenza della vita e dell'attività apostolica dei vari gruppi. Un'attenzione del tutto particolare è stata riservata agli ultimi tre gruppi approvati dal Rettor Maggiore e dal suo Consiglio nel mese di gennaio: Cançao Nova, The Disciples e le Suore Michaelite. Sabato pomeriggio è intervenuto nei lavori della Consulta il Rettor Maggiore Don Pascual Chávez che ha presentato a grandi linee il tema della Strenna per il 2010 dedicata all'evangelizzazione dei giovani.

Ha fatto seguito, ispirata dal tema della Strenna, una condivisione specifica su alcune iniziative, specialmente quelle più innovative, che i gruppi della Famiglia Salesiana attuano per l'evangelizzazione dei giovani. Particolare attenzione è stata data all'accompagnamento e alla formazione delle giovani famiglie. I partecipanti, infatti, hanno condiviso che l'azione educativa per i giovani richiede il coinvolgimento delle loro famiglie. È stata condivisa una prima informazione sull'organizzazione della prossima edizione delle "Giornate di Spiritualità della Famiglia Salesiana" previste dal 21 al 24 gennaio 2010. La Consulta si è ritrovata nella scelta di privilegiare la partecipazione di rappresentati dei vari gruppi, religiosi e laici, impegnati nella pastorale giovanile. È stata ribadita l'importanza di un valido funzionamento delle Consulte Ispettoriali e locali della Famiglia Salesiana. È stata caldeggiata la realizzazione di contenitore informatico di esperienze pastorali che diventi patrimonio di tutta la Famiglia Salesiana favorendo, così, un maggior collegamento tra i vari gruppi.

Per l'ADMA erano presenti la presidente Sig.ra Giuseppina Chiosso, l'animatore don Pier Luigi Cameroni e il Coordinatore delle famiglie giovani di Torino Sig. Lucca Tullio, che ci offre questa significativa testimonianza: "Che bella esperienza! Alla Consulta Salesiana ho incontrato grandi persone che, con semplicità e nella fatica quotidiana, con i loro limiti e la loro storia inseguono e realizzano un sogno, il sogno di Don Bosco, il sogno di Gesù: mettere Dio Padre al centro del cuore del mondo.

Questo innanzitutto: una ricchezza di doni, di colori, di possibilità, di tentativi, di riuscite e di qualche caduta. Quello che conta è che ognuno ha dato tutto, a partire da dove era. Don Jorge Purthenpura, salesiano indiano in missione in Guatemala, fonda tra indigene illetterate una congregazione di suore per evangelizzare le famiglie indigene del luogo: le Figlie della resurrezione.

Masew Mliwan Paramathawirote, suora delle Ancelle del Cuore Immacolato, ha raccontato che in 96 gestiscono, tra le altre, una scuola per 5000 ragazzi di cui solo 100 cattolici: esempio di evangelizzazione gratuita all'amore.
I Discepoli: dall'India vivono insieme ai più poveri, non hanno niente, solo l'amore di Gesù.
Cançao Nova, un movimento di laici e sacerdoti (anche famiglie) pienamente impegnato nella evangelizzazione tramite i mass-media.

E poi tutti gli altri, in ricerca, desiderosi di seguire Don Bosco e Maria nel loro sogno!
Il sentimento che nasce di fronte a tale ricchezza e multiformità della Famiglia Salesiana è la gratitudine, per essere parte di questo albero così ricco e generoso. Sorge allora il desiderio che anche noi famiglie possiamo essere parte di questo albero e sottolineare la centralità della presenza Ausiliatrice di Maria, anche per i giovani e per le famiglie. Perché Maria è madre di tutti noi e la Madre vive per la sua famiglia.

Non è capitato ad altri di essere oggi qui a Roma, è capitato a noi. Non è capitato ad altri di sentire nel cuore il desiderio di seguire Don Bosco ancora di più: è capitato a noi. Mi piace pensare che possiamo essere, anche noi, nel nostro piccolo, una parte di quella Basilica che Don Bosco ha pensato per ringraziare Maria Ausiliatrice per tutti i suoi doni. E penso che anche noi, ciascuno di noi, abbia tanto da ringraziare. Allora coraggio: impegnamoci a portare Maria Ausiliatrice a tutte le famiglie del mondo per vivere la famiglia alla maniera di Don Bosco nella grazia di unità tutti i giorni della vita, con Gesù".

NORDEST DEL BRASILE -

il 21 aprile ha avuto luogo presso la Sede Ispettoriale di Recife la prima riunione annuale dei responsabili ADMA del Nordest. Parteciparono 32 rappresentati dei seguenti centri: Recife-Centro ispettoriale e Sagrado Coração, Fortaleza-Piedade, Juazeiro, Águas Compridas (Olinda), Jaboatão-cidade, Jaboatão-colônia, Bongi (Recife), Surubim, Salvador, Aracaju. E' da notare la presenza di nuovi centri: Guadalajara (Paudalho), Carpina-Colégio, Caetés I e Vietnã (Recife). L'intervento principale fu a cura del Prof. Gilmar Araújo, che commentò la strenna del Rettor Maggiore di questo anno, sottolineando l'impegno della Famiglia Salesiana per la salvezza dei giovani con la passione apostolica di don Bosco. Offrì una significativa analisi della questione giovanile, secondo il seguente schema: la vita da conservare, la povertà da debellare, la pace da promuovere, i diritti da riconoscere, Gesù Cristo da annunciare. Parlò quindi dello sviluppo della vita di ogni gruppo, della formazione dei nuovi soci e delle iniziative apostoliche, riferendo delle sue esperienze con i senza dimora di Recife. Fece riferimento al Movimento salesiano che è più ampio della Famiglia Salesiana, poiché comprende i giovani, i genitori degli alunni, i collaboratori, i volontari, i simpatizzanti, i non cattolici e i non cristiani. Successivamente il Prof. Gilmar presentò con alcune slides la spiritualità salesiana (Ana Inês Martins Lemos e Dom Edvaldo G. Amaral).

LA PLATA - ARGENTINA 17° INCONTRO ISPETTORIALE DELL'ADMA -

Nella casa salesiana Basílica Sagrado Corazón de Jesús, il 25 aprile 2009 si è svolto il 17° incontro ispettoriale dell'ADMA. Erano presenti l'animatore ispettoriale, P. Vicente Buccheri, 1 socia da Gral Pico, 7 da San Miguel de La Plata, 9 da Don Bosco, 5 da Bernal, 4 da Avellaneda e 9 dal Sagrado Corazón de La Plata. In totale 36 partecipanti. La Presidente Ispettoriale, Nora Marcalain, diede il benvenuto e comunicò i saluti dell'animatore mondiale don Pier luigi Cameroni e raccomandò alla preghiera di tutti diverse persone inferme. Successivamente svolse il tema: il Regolamento dell'ADMA. Interessanti le domande lasciate al termine:

" L'ADMA è realmente per me un luogo di incontro, un itinerario di santificazione e di apostolato?
" Valorizzo il culto all'Eucaristia e la devozione a Maria Ausiliatrice? In cosa consiste tale devozione?
" Ho coscienza che sono chiamato alla santità? Cerco di crescere verso la pienezza della vita cristiana e la perfezione della carità?
" Confesso la mia fede cattolica, proclamo la verità? Conosco e obbedisco al magistero della Chiesa? Vivo una comunione ferma e convinta con il Papa e con il vescovo? Sono docile ai loro insegnamenti e alle iniziative che propongono?
" Ho gusto per la preghiera e per la contemplazione?
" Coltivo uno spirito di altruismo e di generosa carità verso tutti? Cerco di essere missionario?

Successivamente il P. Buccheri parlò della Vergine nel piano della salvezza. Si riferì anche al documento di Aparecida ed esortò alla testimonianza e alla missione. Dopo il pranzo ci fu un momento di fraternità e di condivisione delle attività dei diversi gruppi. Si concluse con la recita del rosario e la celebrazione dell'Eucaristia e il rinnovo delle promesse.

SPAGNA - VII CONGRESSO NAZIONALE DI MARIA AUSILIATRICE

Riuniti nel VII Congresso Nazionale di Maria Ausiliatrice in El Campello e Alicante (1-3 maggio 2009), coscienti di ciò che ha significato questo incontro per la Famiglia Salesiana, riconoscenti per la testimonianza di fedeltà di Maria, vogliamo dire "Sì" come Lei, e perciò indichiamo le seguenti linee operative:

1. Siamo coscienti che stiamo vivendo TEMPI DIFFICILI per la fede. Questo chiede di ESSERE TESTIMONI di valori essenziali quali: la vita, la famiglia…

2. In unione con tutta la Famiglia Salesiana, ci sembra urgente RIPARTIRE DA DON BOSCO, per a rendere vivo oggi il suo messaggio educativo-pastorale. Per questo ci sentiamo chiamati a GUARDARE CON LUI AI GIOVANI: Avvicinarli, conoscerli, amarli e accompagnarli.

3. Nel corso di questo Congresso abbiamo avvertito l'urgenza di pensare e mettere in pratica un RINNOVAMENTO ADEGUATO della devozione a Maria Ausiliatrice: mentalità, linguaggio, pratiche di pietà..

4. Continuamente nel Congresso è emersa la necessità di una FORMAZIONE che ci faccia rispondere adeguatamente alle sfide di una devozione mariana nel momento presente

5. La sensibilità di Maria verso le realtà del suo tempo ci proietta con forza verso un IMPEGNO SOCIALE, tenendo conto del contesto.

Nota
Ci sembra opportuno indicare che le conclusioni sopra segnalate, necessitano di una concretizzazione più pratica nel contesto nazionale, ispettoriale e locale, in accordo con le situazioni proprie.

El Campello-Alicante, 1-3 maggio 2009
Título: SOÑANDO CADA DÍA
HIMNO del "VII CONGRESO

ESTRIBILLO:

Tu nombre es protección
Tu nombre es protección de quien en ti confía: María Auxiliadora;
nos llena el corazón, es fuerza e ilusión,
nos empuja a la vida tu mano acogedora.

Estrofa 1 (Madre)
Tu presencia es la fuerza alentadora,
puerta que abre el camino a la alegría.
Te saludamos con fuerza evocadora,
pues con nosotros caminas y confías.

La esperanza nos queda confirmada,
engarzando en los pliegues de tu manto
a los hermanos que sufren y nos llaman,
en la fragilidad de un Dios en ti encarnado.
Estribillo

Estrofa 2 (… de la familia)
Compartimos esfuerzos e ideales.
La Familia Salesiana se acrecienta.
Tú transformas llantos y pesares,
con la fuerza que en tu Hijo nos alienta
Nuestro Congreso que aúna corazones
junto a este mar con brisa que acaricia,
con Don Bosco, cargados de ilusiones,
aún seguimos soñando cada día.
Estribillo

Estrofa 3 (… que nos compromete)
No queremos cansarnos de este mundo;
nos proponemos amarlo sin medida,
por la Palabra que escuchamos juntos
y que sale al encuentro de la vida

Le has dado cuerpo al Dios de nuestro tiempo;
Él es nuestra esperanza y nuestra luz.
"Haced lo que Él os diga", "vino nuevo",
con el vigor de una eterna juventud.
Estribillo

Final: Tu nombre es protección; nos llena el corazón.
María auxiliadora. María Auxiliadora

Letra: Antonio Gil Prieto
Música: Juan Peris Roig

SPAGNA - CÓRDOBA INCORONA MARIA AUSILIATRICE

Il 10 maggio hanno avuto luogo grandi festeggiamenti in occasione dell'incoronazione pontificia dell'immagine di Maria Ausiliatrice, evento che ha avuto luogo presso la storica cattedrale-moschea di "Santa María de Córdoba". Migliaia i fedeli che hanno riempito le strade della città per accompagnare in processione l'immagine della Ausiliatrice verso la cattedrale da dove, dopo l'incoronazione, ha fatto ritorno al suo santuario. La celebrazione Eucaristica è stata presieduta da mons. Juan José Asenjo Pelegrina, arcivescovo coadiutore di Siviglia e amministratore apostolico di Córdoba, e concelebrata, oltre al Rettor Maggiore dei Salesiani, da un centinaio di sacerdoti, tra religiosi e diocesani. Don Chávez, al termine della celebrazione, ha evidenziato come le uniche immagini dell'Maria Ausiliatrice ad aver ricevuto l'incoronazione pontificia, siano quella di Córdoba e quella della basilica della "Madonna di Don Bosco" a Torino.

TORINO - INCONTRO ANIMATRICI FMA PIEMONTE.

Come esito della mattinata di formazione offerta alle Direttrici della nostra Ispettoria il 10 febbraio scorso, l'Animatrice ispettoriale Sr Concetta Strada, d'accordo con la delegata della FS Sr Giuseppina Franco ha convocato una riunione delle FMA delle case che hanno la presenza di un gruppo ADMA. L'invito è stato rivolto inoltre alle suore di tutte le comunità, con l'intento di promuovere l'Associazione. Sabato 15 maggio, dalle ore 15,00 alle16,30, sono convenute a Torino, quindici suore rappresentanti di una decina di case. Don Pierluigi Cameroni, animatore mondiale dell'ADMA, dopo aver ascoltato la presentazione della singole presenti e delle realtà che rappresentavano, è intervenuto ed ha offerto una spiegazione semplice e chiara sull'identità di questo Gruppo della Famiglia Salesiana, cronologicamente secondo nella fondazione da parte di Don Bosco. Ha dato a ciascuna un dépliant utile per la conoscenza del gruppo e il Nuovo Regolamento.

Don Pierluigi ha raccontato che in Italia l'ADMA è una realtà che si sta rigenerando, attraverso il coinvolgimento di giovani famiglie. L'Associazione è un gruppo di impegno popolare, che si può definire con tre aggettivi: Mariano, Salesiano, Apostolico. Oltre a promuovere la devozione a Maria e il culto del Santissimo Sacramento (gruppo di preghiera), è salesiano, deve dunque favorire lo spirito di famiglia particolarmente con la Famiglia Salesiana, ed è apostolico perciò dovrebbe esprimere un impegno di servizio ecclesiale: nella catechesi, nell'animazione delle famiglie. Inoltre l'ADMA è un'Associazione popolare, aperta e che può essere condivisa da molta gente.

Don Pierluigi ha poi presentato alcuni strumenti di animazione facilmente utilizzabili negli incontri formativi locali e ispettoriali: il dépliant illustrativo e soprattutto AMDA online, ormai edito in 5 lingue. Questo incontro ha motivato le suore intervenute alla riunione a continuare con entusiasmo rinnovato il loro impegno di promozione nelle nostre case. Si decide di mettere a calendario per sabato 12 settembre, all'inizio del nuovo anno pastorale, un altro incontro che raccolga non solo FMA, ma anche Presidenti e Consiglieri dei vari gruppi esistenti nelle nostre case (Sr Giuseppina Franco).

IVREA (TORINO) - ISTITUTO MISSIONARIO SALESIANO CARDINAL CAGLIERO

Sabato 16 maggio per la seconda volta si è svolto l'incontro di formazione dell'ADMA. L'interesse e la partecipazione hanno favorito un efficace scambio di pareri, domande e curiosità tutte finalizzate ad approfondire e valutare non solo l'adesione all'associazione ma anche l'opportunità di costituirne una presenza qui a Ivrea.

Don Pier Luigi con semplicità ed efficacia ci ha indicato l'attualità dell'Associazione, partendo da Don Bosco che ha voluto l'ADMA prima di tutto per il suo amore alla Madonna: la sua presenza sempre ha illuminato, custodito, colmato di grazie la sua vita e quella della sua famiglia. In secondo luogo Don Bosco ha voluto fermamente l'ADMA come fermento di educazione alla fede tra la gente, valorizzando gesti semplici, quali la partecipazione alla vita liturgica, l'amore alla Madonna, il coltivare nella propria famiglia un ambiente cristiano, la collaborazione nella propria parrocchia, l'aiuto ai poveri, il vivere il vangelo nella quotidianità.

Ci siamo chiesti allora come questo fermento potesse incominciare a diventare lievito, prima di tutto per la nostra vita e poi per tutto l'Istituto ed abbiamo abbozzato un programma per i prossimi mesi da estendere a quanti più amici possibile. Abbiamo pensato di incominciare dalla prossima Festa di Maria Ausiliatrice, facendo la Novena e donando a tutti quelli che parteciperanno la medaglia voluta da Don Bosco, con la speciale benedizione. Abbiamo inoltre stabilito un calendario di incontri mensili formativi e di approfondimento, con lo scopo di far lievitare la nostra farina perché possa fermentare e coinvolgere tanti fratelli e sorelle bisognosi di camminare col Signore e sotto la protezione di Maria. Il Signore ci aiuti sempre a trasmettere ai nostri ragazzi e alle loro famiglie questo messaggio di speranza e di amore che può venire solo da Lui (Sr. Valentina).

RODEO DEL MEDIO, MENDOZA - ARGENTINA -

La domenica 17 maggio tutti i soci hanno rinnovato la loro promessa in occasione del 140° di fondazione dell'ADMA, ci sono state nuove promesse e tutti hanno ricevuto la nuova insegna di partecipazione all'associazione (Gladys Sanchez - Presidenta).

PORTO ALEGRE - BRASILE

L'Associazione di Maria Ausiliatrice ha vissuto il 17 maggio, nella parrocchia S. Antônio de Joinville il Primo Incontro ispettoriale dell'ADMA. Aveva come obiettivo riunire i diversi gruppi dell'Associazione esistenti sul territorio ispettoriale per una giornata di riflessione, preghiera, conoscenza reciproca in vista della costituzione del Consiglio Ispettoriale. Erano presenti i gruppi di Ponta Grossa (Paróquia Nossa Senhora Auxiliadora, PR), Curitiba (Paróquia Menino Jesus de Praga, PR), Joinville (Paróquia Santo Antônio, SC), Massaranduba (Paróquia Sagrado Coração - Comunidade de Nossa Senhora Auxiliadora de Benjamim Constant, SC) e Itajaí (Colégio Salesiano). Il gruppo di Novo Lar de Viamão, RS, non poté partecipare. Attualmente l'Associazione di Maria Ausiliatrice raccoglie 135 membri tra i diversi gruppi presenti sul territorio ispettoriale, insieme a un buon numero di aspiranti, che si stanno preparando per emettere la promessa.

L'incontro ebbe inizio con l'accoglienza organizzata dal gruppo di Joinville, mentre le varie delegazioni giungevano al Centro Educacional Dom Bosco, luogo dell'incontro. In seguito i giovani dell'Articulação da Juventude Salesiana fecero la preghiera iniziale. Il P. Tarcisio Paulo Odelli, Animatore Ispettoriale dell'ADMA presentò una riflessione sopra la figura di Maria nella spiritualità salesiana, dal titolo "L' Ausiliatrice dei cristiania e il Regolamento dell'ADMA". Dopo pranzo il gruppo si portò presso la Chiesa Madre San Antonio per la preghiera della sera.

Il parroco P. Gilson Marcos da Silva diede una piccola spiegazione dell'altare mariano che riproduceva il sogno di don Bosco del "Pergolato di rose". Ancora presso il Centro Educacional Dom Bosco, il P. Orestes Carlinhos Fistarol, ispettore salesiano, fece una riflessione intorno ad alcuni aspetti del Regolamento dell'ADMA, approfondendo l'identità di appartenenza al gruppo e alla Famiglia Salesiana, richiamando alcuni punti essenziali della strenna dell'anno. I partecipanti, riuniti per centri locali, hanno realizzato un lavoro di gruppo, con le seguenti richieste: come si chiama e quando fu fondato il gruppo, presentazione personale di ciascuno e quali attività sono state svolte nel corso dell'anno dai singoli gruppi. L'incontro si è concluso con la benedizione di Maria Ausiliatrice, impartita dall'Ispettore. Quindi tutti sono stati invitati a partecipare alla 6a Processione mariana promossa dalla Parrocchia San Antonio, con il patrocinio dell'ADMA locale.

KAUNAS - LITUANIA

Il 23 maggio 2009, in occasione della festa di Maria Ausiliatrice, la parrocchia salesiana Maria SS. ma Regina del Rosario di Kaunas-Palemonas in Lituania ha accolto l'iscrizione alla ADMA dei primi 30 fedeli che hanno pregato dopo la Comunione davanti alla statua di Maria Ausiliatrice, primo segno di speranza del cammino dell'ADMA in terra lituana. Alla S. Messa delle ore 10 hanno partecipato i salesiani e fedeli di Kaunas- parrocchia Maria SS.ma Regina del Rosario, i salesiani e fedeli di Vilnius - parrocchia San Giovanni Bosco, salesiani cooperatori e amici dell'opera di don Bosco provenienti anche da altre località lituane.

La S. Messa è stata trasmessa in diretta anche dalla Radio Maria lituana, ed è stata una gioia per me annunciare a un pubblico più vasto l'erezione in Lituania dell'ADMA. Al termine della S. Messa si è svolta la processione solenne con la statua di Maria Ausiliatrice, con il canto delle litanie e il rosario, per le strade del quartiere di Palemonas, terminando poi in chiesa con la benedizione. E' il quarto anno consecutivo che si svolge la processione in onore dell'Ausiliatrice, ed ogni anno constatiamo che cresce il numero delle persone coinvolte e l'affetto per la Madre celeste. In concomitanza con il giubileo salesiano dei 150 anni di fondazione della congregazione e dei 75 anni della fondazione in Lituania della prima comunità salesiana, in sintonia con la strenna del Rettor Maggiore sulla Famiglia Salesiana, è stato bello poter festeggiare la nascita dell'ADMA tra noi.

Sono tempi non facili, di crisi economica e morale, di incertezza e di fatica, proprio per questo la presenza di Maria Ausiliatrice è tanto necessaria e preziosa. Come ha sottolineato nell'omelia della S. Messa don Alessandro Barelli, direttore di Vilnius, Maria Ausiliatrice è stata sia a Lepanto, sia in seguito, e in particolare nella vita di don Bosco e dei suoi salesiani la presenza sicura di Aiuto a cui ricorrere in ogni nostra necessità (don Massimo Bianco, salesiano).

LONDRA -

L'annuale festa di Nostra Signora, Aiuto dei Cristiani, è stata celebrata domenica 24 dalle suore Orsoline di Malta e dai loro numerosi amici. Momento centrale la concelebrazione eucaristica con nove sacerdoti presso la Chiesa St. Tommaso Moro, Manor House. Celebrante principale Fr. Gerard King. I bambini hanno presentato un omaggio floreale a nostra Signora e uno dei bambini della St. Angela's Nursery ha coronato la "Regina di maggio". Quattro nuovi membri sono stati accolti nell'Associazione durante la celebrazione dall'animatore Fr. Hugh Preston, Salesiano. Quindi ha avuto luogo la processione con la statua della Madonna e l'accompagnamento di canti mariani. Al termine un momento di festa insieme. (Suor Eugenia Pantellaresco, animatrice)

MIAMI - STATI UNITI

Il 23 e il 24 maggio, la Famiglia Salesiana di Miami, nello stato di Florida, ha celebrato la festa di Maria Ausiliatrice. A Hialeah il gruppo locale dell'Associazione di Maria Ausiliatrice ha celebrato il 10º anniversario di attività e ha accolto 25 nuovi soci rafforzando la presenza della Famiglia Salesiana nel territorio. Al termine dell'Eucaristia i membri dell'ADMA hanno portato in processione l'immagine di Maria Ausiliatrice e, successivamente, hanno dato vita ad un momento di festa con musica e danze.

MURSKA SOBOTA - SLOVENIA

I soci dell'ADMA approfondendo il mistero della vita della Madonna, orientano le loro forze per imitarla, seguire il suo esempio, amare Gesù nel SS.mo Sacramento. Alla scuola di Maria imparano ad ascoltare e a pregare per essere fecondi nelle opere buone e cosi crescere nella donazione a Dio e al prossimo. Il gruppo dell'ADMA di Murska Sobota oggi conta 101 soci. L'animazione spirituale del gruppo è affidata a sr. Bernarda Geric FMA. Le iniziative lungo l'anno sono diverse: incontri mensili di formazione (ogni 23 del mese) e di preghiera (ogni 24 del mese nel duomo di Murska Sobota); esercizi spirituali annuali, il pellegrinaggio ininterrotto della statua di Maria Ausiliatrice nelle famiglie dei soci; momenti di fraternità in autunno e in giugno, e "la festa della vita" (i compleanni dell'animatrice e di ogni membro); l'augurio per i giubilei personali; supporto materiale durante l'oratorio estivo; pellegrinaggi ecc.

La programmazione e la coordinazione viene fatta dal consiglio locale insieme alla delegata nelle sedute mensili regolari. Nel mese di marzo si sono svolti gli esercizi spirituali di quattro gruppi in varie località della Slovenija: circa 70 soci a Veržej presso i salesiani. Il predicatore è responsabile dell'ADMA a livello di tutta la Slovenija Don Tone Ciglar SDB. Nel mese di aprile dopo la Pasqua il pellegrinaggio dell'ADMA di Murska Sobota a Roma.

La solenne novena di Maria Ausiliatrice ci ha visti riuniti tutte le sere nell'ora di preghiera e nella partecipazione all'Eucaristia, festeggiando così anche la devozione mariana tipica del mese di maggio e presente da secoli tra il nostro popolo. La festa del 24 maggio è stata una vera grazia per noi: 5 nuovi soci hanno fatto la promessa durante la messa serale nel Duomo di San Nicolò di Murska Sobota, con la presenza dell'animatore nazionale don Tone Ciglar SDB. La liturgia è stata animata dall'animatrice spirituale Sr. Bernarda Geric, dai soci dell'ADMA, dalle FMA e dai giovani. Al termine della solenne liturgia sono seguiti i ringraziamenti e i segni di gratitudine del presidente dell'ADMA signor Leon Šabjan, ai soci, specialmente ai nuovi membri, e al consiglio. La festa è continuata nell'agape fraterna in un clima di amicizia e gioia (Sr. Bernarda Geric FMA - Animatrice).

CARPINA - BRASILE

Il giorno 27 maggio la comunità salesiana di Carpina ha celebrato la festa dell'Ausiliatrice. Grande entusiasmo hanno dato la gioia e la partecipazione degli aspiranti, alunni, genitori, professori nella processione che iniziò dalla casa delle Suore salesiane e si è conclusa con la celebrazione eucaristica. Quest'anno la festa ha avuto un tocco speciale per la fondazione dell'ADMA nel Collegio. La cappella Domenico Savio fu colma, al grido di "Gloria a Maria! Gloria a Maria Ausiliatrice!", accogliendo l'immagine della Vergine Ausiliatrice, che fu portata dagli alunni della 3a superiore e accompagnata dagli aspiranti dell'ADMA. Dopo l'omelia ebbe luogo il rito di ammissione degli aspiranti all'ADMA e l'erezione del gruppo ADMA nella scuola. Il gruppo è formato da 16 associati e da 10 giovani che continuano la formazione, studiando il Regolamento, per poter essere ammessi nel mese di ottobre, durante la celebrazione del 51° anniversario dell'arrivo dell'Immagine di Nostra Signora Ausiliatrice nel cortile del collegio (Alexandre José da Silva, sdb - ADMA de Carpina).

PELLEGRINAGGIO A MORNESE -

Domenica 7 giugno i gruppi ADMA di Torino, di Nave (Brescia) e di Mornese si sono incontrati per una giornata di spiritualità salesiana sui luoghi di Santa Maria Domenica Mazzarello, cofondatrice con don Bosco delle Figlie di Maria Ausiliatrice. Oltre 70 persone hanno condiviso una giornata di comunione e di fraternità. La prima tappa è al Collegio dove veniamo accolti dall'Animatrice Ispettoriale Sr Concetta Strada, dalla Presidente dell'ADMA di Mornese, Signora Maria Pia Corrado, che rivolge un caloroso saluto a nome del gruppo locale. Madre Marinella Castagno, già superiora generale delle FMA, dà una panoramica del Collegio, presentando la prima Comunità, l'incontro di Don Bosco con le Figlie dell'Immacolata ed evidenziando lo spirito di fede, di sacrificio e di gioiosa donazione delle prime suore salesiane.

Ai Mazzarello siamo accolti dal suono festoso delle campane. Dopo la presentazione fatta dalla Direttrice ci rechiamo a visitare la Casa natia di S. Maria Mazzarello. Alle ore 12.00 il Santuario ci accoglie per la solenne celebrazione Eucaristica presieduta da Don Pier Luigi Cameroni, Animatore spirituale dell'Associazione. Dopo l'omelia sei nuovi associati di Mornese fanno la promessa. E' un momento molto sentito e partecipato. Don Pier Luigi invita tutti a rinnovare personalmente la promessa. La celebrazione si conclude con la foto di gruppo dei nuovi associati.

Alle ore 13.00 la sala da pranzo dei Mazzarelli, addobbata a festa dagli associati del posto, accoglie il gruppo per il pranzo, mentre all'inizio le suore dell'Ispettoria Veneta, presenti in Casa per gli Esercizi Spirituali, cantano "Mornese terra di Sole". A questa fraterna convivialità segue, nella Chiesetta di Maria Ausiliatrice, una breve rappresentazione mariana, da parte di alcuni giovani. Successivamente ci portiamo alla Valponasca per contemplare la "finestrella" e per una visita all'ambiente, così suggestivo.

La preghiera del S. Rosario unisce voci e cuori in una lode a Maria. In questo luogo così stupendo, "investito dal vento" viene fatta anche l'estrazione della lotteria organizzata per l'occasione. Una giornata di grazie per tutti i partecipanti, nello spirito del Magnificat per la bellezza dei luoghi, la testimonianza forte e feconda di Madre Mazzarello, la gioia dell'incontro di persone unite nel nome e nell'amore a Maria Ausiliatrice. Abbiamo respirato lo stesso profumo di santità che si respira a Valdocco e abbiamo contemplato uno dei fiori più belli germogliati nel giardino salesiano e dedicato alla Madonna: Madre Mazzarello e l'istituto nato dal suo "sì" generoso e dal suo sacrificio di autentica discepola di Gesù.

Un grazie alla comunità mornesina e al gruppo ADMA che ci hanno accolto con grande spirito di famiglia e ci hanno fatto sentire a casa.


             INFO ADMA   -   INFO ADMA   -   INFO ADMA   -   INFO ADMA    -   INFO ADMA  

ADMA Primaria di Torino-Valdocco:

ADMA | Santuario di Maria Ausiliatrice | Via Maria Ausiliatrice 32 | 10152 TORINO-VALDOCCO | ITALIA
Tel.: 0039-011-5224216 | Fax.: 0039-011-52224213 |
E-mail: adma.torino@tiscali.it 
                     
 Presidente ADMA:
                      
Signora CHIOSSO GIUSEPPINA (incarico fino a 2010) - E-mail: giusy.chiosso@yahoo.it
Animatore Spirituale ADMA:
Don Pier Luigi CAMERONI |Istituto Salesiano | Via S. G. Bosco 1 - 25075 NAVE - BS
TEL. 030-2530262 - FAX 030 - 2533190 | CELL. 3401452349 |
E-mail: pcameroni@salesiani.it
                                      
 Sito Internet:  www.donbosco-torino.it/ita/adma


       | HOME PAGE |  HOME PAGE - ITA | ARCHIVIO RIVISTA MARIA AUSILIATRICE |  ADMA-ON-LINE INFO VALDOCCO |


        Visita Nr.