| HOME PAGE - ITALIANO | FORMAZIONE CRISTIANA  | FORMAZIONE MARIANA | INFO VALDOCCO |


         ARCHIVIO RMA 2013 : ESPERIENZE - INTERVISTE - AVVENIMENTI - FATTI -.... ecc.

      
EUROCLIP : RACCONTARE DON BOSCO IN SETTE MINUTI

50 giovani di tre scuole e sette oratori salesiani sono stati gli attori, gli sceneggiatori e i registi di cortometraggi sul tema "Siate buoni cristiani e onesti cittadini".


"Dieci case salesiane del Piemonte e della Valle d'Aosta, un solo obiettivo. Raccontare Don Bosco, in soli sette minuti. Tema della serata: Buoni cristiani e onesti cittadini". Diceva così Enzo Governale, lo speaker che giovedì 31 gennaio 2013 ha introdotto la serata finale di EuroClip. Perché, a conclusione della Festa di Don Bosco, i giovani di tre scuole e sette oratori, hanno ricordato il Santo torinese lavorando per tre mesi su una delle frasi che "Don" ci ha lasciato come eredità: "Siate buoni cristiani e onesti cittadini".
Di certo non si aspettava tale partecipazione (e presenza di pubblico) la Pastorale Giovanile dell'Ispettoria Piemontese, che ha accolto con impegno e passione la proposta del Dicastero della Comunicazione Sociale: tramite il progetto Europa: "avvicinare tra loro le Ispettorie europee e creare spazi di lavoro "multimediali" per i ragazzi di Don Bosco in Europa".
"La comunicazione sociale è per noi luogo di ricerca e sperimentazione - dice Don Alberto Martelli, delegato della Pastorale Giovanile del Piemonte, Val d'Aosta e Lituania -, una scommessa accettata per poter essere vicino ai giovani anche nelle "piazze virtuali" che Don Bosco oggi, sceglierebbe di frequentare".
Don Livio Demarie, coordinatore della Comunicazione dei Salesiani del Piemonte, sottolinea che "il percorso intrapreso mostra che la pedagogia di Don Bosco è valida anche nel 2013; gli strumenti multimediali di oggi sono i canti, i giochi e gli scherzi dell'800. Innovazione e non rinnovamento, questa è la parola d'ordine".
L'evento è stato accompagnato da interviste in diretta sul canale Telepace e sostenuto da Primaradio, media partner del concorso, che tramite interviste e approfondimenti, ha raccontato passo dopo passo il lavoro. Inoltre, la redazione di ValsOnAir, la web radio del Liceo Valsalice, ha trasmesso e commentato l'intera serata in diretta streaming.
La giuria, di grande valore, era composta da famosi attori, sceneggiatori, produttori e giornalisti.
Dunque, settanta minuti di filmati, quasi quanto un film; ma questa volta gli attori, i registi, i montatori, gli sceneggiatori e i produttori, sono i quasi 150 ragazzi che hanno lavorato alla realizzazione dei cortometraggi. Come dire che è stato centrato l'obiettivo principale: mettere in moto le passioni dei giovani per il mondo multimediale, per scoprire come Don Bosco affronterebbe i loro problemi e il loro futuro. Forse proprio Don Bosco a questo punto direbbe: "Abbiamo appena cominciato".

Da Bra, il vincitore: "Sogni in cerca di un cassetto"

"Non è perché le cose sono difficili che non osiamo, è perché non osiamo che sono difficili". Con questa frase di Seneca si conclude il cortometraggio "Sogni in cerca di un cassetto", realizzato dai giovani del gruppo triennio dell'oratorio di Bra (Ilaria, Federico, Andrea, Paolo, Alberto), vincitore della prima edizione del concorso EuroClip.
Oltre che dare senso all'intera narrazione, la frase rappresenta bene il lavoro svolto dai 15 ragazzi, coordinati dai loro animatori e da Don Davis Monetti "L'impresa è stata impegnativa - ammettono -. A volte siamo stati tentati di abbandonarla; però abbiamo continuato ad osare e a credere nel progetto che si andava concretizzando Adesso, rimangono la gioia per il lavoro svolto, la speranza di avere altre occasioni simili e soprattutto la consapevolezza che nonostante tante difficoltà, siamo figli di un grande sognatore, Don Bosco, e dobbiamo guardare a lui, alla sua determinazione e alla sua fiducia in Dio e nella Madonna per osare sempre e in grande".

Da San Benigno: "La sabbia di Dio"

Il progetto EuroClip ha subito stimolato curiosità e interesse nell'Oratorio "Maria Immacolata" di San Benigno Canavese. Don Gianmarco Pernice l'ha proposto a due animatori di "Sanbe", Ezio Cometto e Barbara Sacco, che hanno accettato di dar vita al cortometraggio. Dopo la fase di sceneggiatura, che ha scelto come obiettivo un semplice e chiaro messaggio cristiano ("Noi siamo la sabbia di Dio"), sono iniziate le riprese, grazie anche all'impegno di Fabio Notario, che si è occupato di audio, video e montaggio. Il punto di forza del progetto di "Sanbe" è stato quello di coinvolgere tutti i componenti dell'Oratorio, dai ragazzi del biennio delle Superiori sino agli animatori
Un successo inatteso che ha lasciato in loro molta soddisfazione e soprattutto la voglia di rimettersi "in pista" per la fase successiva.
Vedete e condividete anche voi i corti collegandovi al canale http://www.youtube.com/user/pastoralegiovanile .

 

Enzo Governale - redazione.rivista@ausiliatrice.net


         RIVISTA MARIA AUSILIATRICE  2013 - 02  
      | HOME PAGE - ITALIANO | FORMAZIONE CRISTIANA  | FORMAZIONE MARIANA | INFO VALDOCCO |


                                                                                                                            Visita Nr.