|  HOME | LITURGIA DOMENICA |  Archivo RIVISTA MARIA AUSILIATRICE | INFO SALESIANI DB VALDOCCO  |


RIVISTA MARIA AUSILIATRICE | Archivio 2015:
                Maria di Nazarat - Mariologia - ADMA - Spiritualità - Devozione - Santuari - Esperienze

Maria cammina con noi

Tra le innumerevoli metafore con le quali si è tentato di definire la vita c'è quella del viaggio, della strada, del camminare verso un traguardo, una montagna, un santuario. La vita è veramente un continuo cammino. Per una certa filosofia esistenzialista atea, è solo un inutile camminare verso la morte, che poi ci spalanca la porta del nulla: "Vivere è essere per la morte". Non è molto consolante. Nella prospettiva cristiana invece cambia tutto: la vita è un progredire continuo, un camminare non verso il nulla ma verso il Tutto che è Dio, che sarà la meta della nostra faticosa ricerca, la Città che noi cerchiamo, la nostra Patria definitiva.
Lo sappiamo per esperienza che quando siamo inesperti o deboli nel nostro cammino, per esempio andando in montagna, abbiamo bisogno di guide, di sostegno, di incoraggiamento, di energia. Nel nostro camminare verso Dio attraverso la Via maestra che è Cristo, non c'è guida migliore, esperta, sicura di Maria di Nazaret, la Madre di Gesù. Proprio lei che, per volontà del Figlio prima di morire in croce, ci è stata data come madre. Quindi Gesù ci ha consegnato Maria come Ausiliatrice nel nostro cammino verso di Lui e verso Dio.
Pensiamo a come Maria, giovane madre, ha insegnato al bambino Gesù a camminare: ha avuto gli stessi gesti, la stessa attenzione, la stessa trepidazione, la stessa speranza, la stessa costanza nell'insegnargli a fare i primi passi. Ha fatto quello che fanno le mamme, tutte le mamme del mondo e da sempre. Maria, anche oggi ma spiritualmente, fa lo stesso nel nostro cammino verso Cristo che ci porta a Dio. Ci precede e ci sprona, come mostra il disegno di Stefano Pachì, del poster. Ci incoraggia e ci mostra continuamente la meta verso cui camminiamo. E' proprio lei la nostra Ausiliatrice: di lei dobbiamo fidarci, perché è una vera maestra, a lei dobbiamo affidarci perché non ci deluderà. Con lei cammineremo sicuri e sentiremo meno la fatica. Chiediamo la sua presenza: lei ci sarà, pronta ad aiutarci, come una buona madre.

Mario Scudu
archivio.rivista@ausiliatrice.net


RIVISTA MARIA AUSILIATRICE 2015 - 3 

|  HOME | LITURGIA DOMENICA |  Archivo RIVISTA MARIA AUSILIATRICE | INFO SALESIANI DB VALDOCCO  |

Visita Nr.