| HOME PAGE | FORMAZIONE CRISTIANA  | FORMAZIONE MARIANA | INFO VALDOCCO  |


ARCHIVIO RIVISTA MARIA AUSILIATRICE 2014:
                      
Maria di Nazarat - Mariologia - Spiritualità - Devozione - Santuari - Esperienze
   
ADMA Primaria:
Puri ed umili di cuore
Maria ci aiuta a formarci un cuore aperto al dono di Dio, alla grazia della redenzione e all'azione dello Spirito. Solo chi è puro ed umile di cuore può incontrare il Signore.
"Imparate da me che sono mite e umile di cuore e troverete ristoro per le vostre anime" (Mt 11,29). Gesù era umile. Questa è la strada di Gesù Cristo: l'abbassamento, l'umiltà, l'umiliazione pure. Maria è stata scelta per la sua umiltà: Dio "Ha guardato all'umiltà della sua serva" (Lc 1,48). L'umiltà è la regina di tutte le virtù, è il fondamento della vita spirituale. Il cristiano è un uomo o una donna che sa vigilare il suo cuore. Dobbiamo sapere chi facciano entrare nel nostro cuore, chi veramente è il padrone. Il nostro cuore, come ci ricorda S. Agostino, è fatto per Dio e se non è abitato da Lui, se Lui non vi dimora, è un cuore in fibrillazione, è un cuore malato.
Maria ci educa alla vigilanza del cuore: un cuore puro, non diviso, non corrotto dal male. Occorre vagliare se un pensiero, se un desiderio porta sulla strada dell'umiltà, del servizio agli altri, è da Dio; ma se porta sulla strada della sufficienza, della vanità, dell'orgoglio, è dal maligno.
Aprire il cuore al Signore richiede una preghiera fiduciosa e sincera come ci suggerisce il salmo 50: "Crea in me, o Dio, un cuore puro, rinnova in me uno spirito fermo". Pregare affinché i cuori si aprano ai progetti di Maria significa, infatti, mettere Dio al primo posto, fare spazio a Lui nel nostro cuore. Fare spesso questa preghiera, ci porta a fare quello che hanno fatto Gesù e Maria: in ogni decisione concreta seguiamo, quasi senza accorgerci, il percorso che Dio ci indica. Questo modo di pregare plasma in noi, giorno dopo giorno, un cuore umile. Succede così che, una scelta dopo l'altra, facciamo spazio a Dio nel nostro cuore e Lui può operare in noi e attraverso di noi le sue meraviglie.
Dal cuore aperto di Cristo trafitto dalla lancia del soldato uscì sangue ed acqua. Solo un cuore aperto può accogliere questo sangue e questa acqua che ci rigenerano e redimono la nostra libertà ferita e caparbia nel male. Questa esperienza di grazia ci abilita ad essere portatori dell'amore di Dio a riflettere sul nostro volto la luce della sua grazia e della sua presenza. Solo chi vede può aiutare chi non vede, solo chi ha incontrato la luce, può donare luce.

Don Pierluigi Cameroni, Assistente spirituale - pcameroni@sdb.org


 

ADMA Primaria: Nuovo Consiglio (2014-2017)

In seguito alle elezioni svoltesi il 15 dicembre 2013 è stato costituito il nuovo consiglio dell'ADMA Primaria di Torino-Valdocco per il quadriennio 2014-2017, che risulta così composto (nella foto da sinistra): Walter Gambarotto, consigliere e coordinatore commissione giovani; Andrea Damiani, tesoriere; don Pierluigi Cameroni, animatore spirituale; Tullio Lucca, Presidente e coordinatore commissione comunicazioni; sr Marilena Balcet, animatrice spirituale FMA; Rosanna Marchisio, segretaria; Giovanni Scavino, Vice presidente e coordinatore commissione famiglia; Rocco Biondino, consigliere e coordinatore commissione senior.

L'evento che caratterizza il prossimo quadriennio sono le ricorrenze, nel 2015, del bicentenario della nascita di don Bosco e dell'istituzione della festa di Maria Ausiliatrice da parte del papa PIO VII. Sarà anche l'anno nel quale si svolgerà il VII Congresso Internazionale di Maria Ausiliatrice a Torino-Valdocco e al Colle don Bosco.

Le linee di azione principali di questo quadriennio:
1. Impegno per le Famiglie, in particolare le più giovani, in sintonia con le indicazioni del Rettor Maggiore e il cammino della Chiesa (Cfr. i prossimi due sinodi dedicati alla famiglia).
2. Impegno per la Pastorale ADMA Senior, come risposta concreta alle domande e alle opportunità legate alla terza età.
3. Impegno per i Giovani, in fedeltà al carisma di don Bosco.
4. Promozione della formazione dei soci e dei gruppi nella conoscenza e nella condivisione delle buone pratiche del Regolamento e dello spirito proprio dell'Associazione. Si rivela decisivo il ruolo e l'esercizio di governo e di animazione dei Consigli locali
.


RIVISTA MARIA AUSILIATRICE 2014 - 2  
                                             | HOME PAGE | FORMAZIONE CRISTIANA  | FORMAZIONE MARIANA | INFO VALDOCCO  |

Visita Nr.