| HOME PAGE - ITALIANO | FORMAZIONE CRISTIANA  | FORMAZIONE MARIANA | INFO VALDOCCO  |


  ARCHIVIO RMA 2013 : ADMA ON LINE : Messaggio mensile
 
Maria ci invita a trasmettere la fede in famiglia

Vogliamo vivere l'Anno della fede sotto lo sguardo e la protezione della nostra Madre, Maria Ausiliatrice. Essa ci invita a vivere secondo suo Figlio, a diffondere la pace e l'amore, ad accogliere la Verità di Dio e a pregare lo Spirito Santo perché sia nostra guida. Guidati da Maria e come suoi apostoli porteremo a Dio tutti coloro che si sono smarriti e mostreremo loro la via della fede. Con Maria siamo invitati a far sì che i peccatori si pentano dai loro peccati e vivano nella libertà dei figli di Dio. Maria nostra Madre ci esorta a non vivere nel buio, prigionieri del peccato, a dire no al peccato e al male, a donare i nostri cuori a suo figlio Gesù e a vivere i comandamenti di Dio.
Come Associazione di Maria Ausiliatrice ci sentiamo particolarmente chiamati a vivere la fede e a curarne la trasmissione soprattutto nelle famiglie sulla scia delle indicazioni del papa Benedetto XVI: "La grande gioia con cui a Milano si sono incontrate famiglie provenienti da tutto il mondo ha mostrato che, nonostante tutte le impressioni contrarie, la famiglia è forte e viva anche oggi. È incontestabile, però, anche la crisi che - particolarmente nel mondo occidentale - la minaccia fino nelle basi. Mi ha colpito che nel Sinodo si sia ripetutamente sottolineata l'importanza della famiglia per la trasmissione della fede come luogo autentico in cui si trasmettono le forme fondamentali dell'essere persona umana. Le si impara vivendole e anche soffrendole insieme. Così si è reso evidente che nella questione della famiglia non si tratta soltanto di una determinata forma sociale, ma della questione dell'uomo stesso - della questione di che cosa sia l'uomo e di che cosa occorra fare per essere uomini in modo giusto… solo nel dono di sé l'uomo raggiunge se stesso, e solo aprendosi all'altro, agli altri, ai figli, alla famiglia, solo lasciandosi plasmare nella sofferenza, egli scopre l'ampiezza dell'essere persona umana. Con il rifiuto di questo legame scompaiono anche le figure fondamentali dell'esistenza umana: il padre, la madre, il figlio; cadono dimensioni essenziali dell'esperienza dell'essere persona umana" (Benedetto XVI 21 dicembre 2012).

Don Pierluigi Cameroni SDB - Animatore spirituale - pcameroni@sdb.org


        RIVISTA MARIA AUSILIATRICE  2013 - 2  
      | HOME PAGE - ITALIANO | FORMAZIONE CRISTIANA  | FORMAZIONE MARIANA | INFO VALDOCCO  |


                                                                                                                            Visita Nr.