|  HOME PAGE | Archivio  RIVISTA MARIA AUSILIATRICE| INFO SALESIANI DB VALDOCCO  |


Casa Madre Salesiani DB Via Maria Ausiliatrice 32 | 10152 Torino-Valdocco
Santuario - Basilica di Maria Ausiliatrice       

 13 maggio 2017, ore 8: S. Maria D. MAZZARELLO -
Omelia:
d. Sabino FRIGATO, Vicario Ispettoria ICP


Predicare in un giorno come questo, festa di Madre Mazzarello, uno si chiede cosa dire che non sia già stato detto.
Consola il fatto che i santi non sono come certi libri che una volta letti si infilano nello scaffale e difficilmente li si riprendono in mano.
Anche se tutto o quasi tutto è stato detto, un santo va ripreso in mano spesso, e va ripassato con cura perché nel santo ci sono cose vitali da non dimenticare.

Detto questo, con voi farei un breve ripasso su Madre Mazzarello, prendendo lo spunto dal titolo di un libretto di suor Lina Dalcerri: "Un' anima di Spirito Santo". Veramente si può dire che Madre Mazzarello è stata una donna visitata e abitata in modo particolare dallo Spirito. Del resto come ogni santo.

Da notare che dello Spirito Santo non c'è traccia nelle lettere inviate dalla Madre alle sue suore. Tant'è che nell'indice analitico dell'epistolario non appare la voce "Spirito Santo".

E' vero, Maria Domenica non ha scritto e forse neanche parlato più di tanto dello Spirito Santo. Ma da autentica ricercatrice di Dio qual era non la si può non definire un'anima di Spirito Santo.

I nostri santi, anche se non sono dei teologi, sono però la testimonianza di cosa fa lo Spirito - se lo lasciamo fare. Lavora dal di dentro di noi e ci cambia modulando la nostra esistenza su tre fondamentali suoni: quello della fede, della carità e della speranza.

Stando alle cronache del tempo, lì a Mornese non c'erano donne sapienti secondo la sapienza del mondo - come dice san Paolo nella prima lettura - E forse per questa loro semplicità e umiltà lo Spirito era di casa e la fede, la speranza e la carità erano realmente pane quotidiano.

Maria Domenica e le sue compagne erano di questa stoffa. Lei, in particolare: donna umile, semplice e al tempo stesso coraggiosa e dinamica.
Mornese, con la freschezza e la generosità degli inizi parla proprio della forza viva e attiva dello Spirito di Cristo risorto.

Un'obiezione potrebbe essere questa.
Ma quei tempi sono ormai lontani.
E' vero. Ma lo Spirito Santo è sempre vicino.
Se la Madre fosse qui, direbbe con convinzione che dobbiamo scoprire la gioia di vivere il nostro tempo perché anche questo è tempo dello Spirito.

Ecco il ripasso che Madre Mazzarello ci spinge a fare con coraggio e verità: non c'è presente e non c'è futuro degni di essere vissuti senza lo Spirito del Risorto.

Noi che affondiamo le radici nello Spirito che ha dato vita a Valdocco e a Mornese; noi che siamo stati chiamati a seguire Cristo dallo stesso Spirito, non possiamo non percepire la sua presenza silenziosa, attiva, anche nei nostri giorni, pur in mezzo ad ambiguità e inquietudini.

Ecco il messaggio per noi oggi. Ripassare le nostre origini, non solo il 31 gennaio e il 13 maggio, è fondamentale se vogliamo essere vivi e spiritualmente attraenti … nonostante l'età..

Nel ripasso che facciamo, Madre Mazzarello avverte a tutti noi che un modo sicuro per diventare vecchie e vecchi anche dopo un solo anno di professione è il non accorgersi dei segnali che lo Spirito Santo semina sul nostro cammino. personale, comunitario ed ecclesiale.

C'è un segno preoccupante di vecchiaia precoce, quando più che allo Spirito di Cristo diamo ascolto al nostro spirito, cioè al nostro piccolo io chiudendoci in un pessimismo pagano quasi vivessimo un tempo senza Dio.

Non ci sono tempi buoni o brutti, come non ci sono tempi vecchi e nuovi perché "tutto il tempo, se è vissuto con pienezza nella fede, è nuovo ogni giorno".
Se ogni giorno non ci risulta nuovo e vivo: finiamo per ammalarci di schlerosi spirituale.

Don Egidio Vigano appena eletto Rettor Maggiore scriveva: "se non siamo capaci di far sì che i nostri Istituti, le persone e le comunità siano pieni di Spirito Santo, non avremo futuro, anche se ci presentassimo al mondo come i più aperti di tutti i religiosi e le religiose".

Dal ripasso su Madre Mazzarello ci viene riproposta la verità di sempre: percepiremo la presenza dello Spirito se viviamo di Spirito.
E' l'augurio che ci facciamo con tutto il cuore.


| HOME PAGE | Archivio  RIVISTA MARIA AUSILIATRICE| INFO SALESIANI DB VALDOCCO  | Visita Nr. http://counter.digits.net/wc/-d/4/scudum