|  HOME PAGE | Archivio  RIVISTA MARIA AUSILIATRICE| INFO SALESIANI DB VALDOCCO  |


Casa Madre Salesiani DB Via Maria Ausiliatrice 32 | 10152 Torino-Valdocco
Santuario - Basilica di Maria Ausiliatrice       

    RIVISTA MARIA AUSILIATRICE  |  Archivio  2016

Risurrezione e misericordia


Cari Amici,

abbiamo iniziato con il Mercoledì delle ceneri il nostro cammino quaresimale, tempo propizio di preghiera, di carità, di ascesi per prepararci alla celebrazione della Pasqua del Signore, avvenimento centrale della storia e fondamento della nostra fede: "… se Cristo non è risorto, è vana la vostra fede e voi siete ancora nei vostri peccati" (1Cor 15,17), così afferma perentoriamente san Paolo.
È proprio fondandosi su questa fede che il popolo cristiano da duemila anni continua ad annunciare al mondo la vita, la gioia, la speranza, la luce che viene dalla Risurrezione, nonostante il buio che ancora spesso circonda questo nostro mondo.
Un buio squarciato dalla luce che proviene da questo avvenimento unico, segno della verità di quanto il Signore Gesù è andato proclamando negli anni della sua predicazione e realizzazione della promessa di Dio di non abbandonare il suo popolo, nonostante il peccato e il rifiuto del suo amore. In forza di questa risurrezione "Dio è misericordia", come continua a ripeterci Papa Francesco in questo anno giubilare della misericordia, invitandoci ad accogliere, attraverso la Pasqua del Figlio, l'amore del Padre e ad esserne contagiati in modo da esercitare anche noi la misericordia verso i nostri fratelli.
Sta qui il segreto della gioia del cristiano, al di là delle fatiche e delle durezze della vita che non gli permettono di essere triste; ricordiamo la frase lapidaria, che il curato di Torcy dice al giovane "curato di campagna" nell'omonimo romanzo di Georges Bernanos: "Il contrario di un popolo cristiano è un popolo triste". E suonano come avvertimento tutt'altro che scontato le celebri parole di Friedrich W. Nietzsche, rivolte ai cristiani: "Se la vostra fede vi rende beati, datevi da conoscere come beati! Se la lieta novella della vostra Bibbia vi stesse scritta in faccia, non avreste bisogno di imporre così rigidamente la fede".
Alla luce di queste provocazioni, comprendiamo l'insistenza di papa Francesco nel suo richiamo alla gioia del vangelo, denunciando un atteggiamento anti-pasquale che talvolta è presente in noi: "Si sviluppa la psicologia della tomba, che poco a poco trasforma i cristiani in mummie da museo. Delusi dalla realtà, dalla chiesa o da se stessi, vivono la costante di attaccarsi a una tristezza dolciastra, senza speranza, che si impadronisce del cuore. [...]Per tutto ciò mi permetto di insistere: non lasciamoci rubare la gioia dell'evangelizzazione!" (EG 83). Cristo è vivo questa è la nostra fede e questa è la nostra gioia! Maria SS., madre di misericordia e fonte della nostra gioia ci accompagni in questo cammino. Buona Pasqua!
Vi ricordiamo nella nostra preghiera in Basilica.

D. Franco LOTTO, Rettore | E-mail: fralotto@tiscali.it 


   RIVISTA MARIA AUSILIATRICE  2016 - 2
    | HOME PAGE | Archivio  RIVISTA MARIA AUSILIATRICE| INFO SALESIANI DB VALDOCCO  | Visita Nr.