|  HOME | LITURGIA DOMENICA  |  Archivo RIVISTA MARIA AUSILIATRICE | INFO  |


Rivista Maria Ausiliatrice  |  RMA Archivio online 2018

Ricetta | Budino tricolore per tre chiese nel 150°


Budino tricolore per tre chiese nel 150°

"All'ora del tramonto… al di sopra delle case… scintilla ancora, sotto l'ultimo raggio di sole, l'alta statua dorata di Maria Ausiliatrice, ritta sulla cupola della sua chiesa solitaria, colle braccia stese verso le Alpi".
Così scriveva nel 1867 Edmondo De Amicis, autore del libro "Cuore", sulle cui pagine tutti ci siamo commossi. Lo scrittore aveva forse letto nel pensiero di don Bosco, che intendeva realizzare nel "campo del sogno, coltivato a meliga e barbabietole", la Chiesa madre dell'opera salesiana, tanto grande da poter contenere tutti i giovani, dedicata a Maria Aiuto dei cristiani, sostegno della fede nei tempi tristi che correvano. Il campo del sogno fu acquistato, rivenduto e riacquistato: tempi tristi anche economicamente. Don Bosco aveva fretta di realizzare il sogno delle tre chiese viste a Valdocco: Pinardi, San Francesco di Sales, Maria Ausiliatrice. Possiamo immaginare la faccia trasecolata di Carlo Buzzetti, capomastro costruttore, quando,nel 1864, si vide consegnare, come acconto per i grandi lavori, la somma di otto soldi! (Impossibile quantificare in euro). La Madonna avrebbe provveduto il denaro necessario, operando, nel luogo della sua devozione, conversioni e guarigioni miracolose, come quella del senatore Cotta, personaggio di grande spicco, che gravemente malato e dato per spacciato dai medici, aveva promesso a don Bosco la somma di dodicimila lire, in caso di guarigione. Guarì e divenne il più grande sostenitore della costruzione. Affluivano a Valdocco soprattutto i risparmi della povera gente e i modesti gioielli offerti in voto da chi aveva trovato in Maria Ausiliatrice una speranza e un sostegno. Ancora il senatore Cotta, nel 1866, fornì l'aiuto necessario alla costruzione della cupola. Il 9 giugno 1868 si celebrava, nel santuario, la prima Messa. "Ogni pietra di questa chiesa è una grazia della Madonna" diceva, commosso, don Bosco. Il giornale torinese "L'Unità cattolica" scriveva: "La Chiesa è stata fabbricata dai poveri e per i poveri".
Oggi, in tempi ancora tristi, l'anniversario merita un dolce particolare.

Ingredienti per il budino tricolore:
Tre confezioni di budino di gusto e colore diverso: amaretto, cioccolato, vaniglia (o altri, secondo la preferenza)
1 litro e mezzo di latte
uno stampo da plum cake
Confezionare i budini secondo le istruzioni. Versarli nello stampo ben inumidito, uno dopo l'altro, aspettando che ogni strato si sia un po' solidificato. L'operazione deve essere fatta con lentezza, alternando i colori in modo che quello più scuro divida i due più chiari. Raffreddare in frigorifero per almeno tre ore, quindi immergere lo stampo velocemente in acqua calda e capovolgere su un piatto da portata.


Anna Maria Musso FRENI / redazione.rivista@ausiliatrice.net

Rivista Maria Ausiliatrice 2018 - 3

|  HOME | LITURGIA DOMENICA |  Archivo RIVISTA MARIA AUSILIATRICE | INFO  |


 Visita Nr. http://counter.digits.net/wc/-d/4/scudum