|  HOME | LITURGIA DOMENICA  |  Archivo RIVISTA MARIA AUSILIATRICE | INFO  |


Rivista Maria Ausiliatrice  |  Archivio RMA 2018

Basilica Maria Aus. / 150 anni... e vin brulè


150 anni… e vin brulé

C'eravamo già cinquant'anni fa, quando si celebrava il centenario della Basilica di Maria Ausiliatrice. Era il mitico '68 e noi, giovanissime exallieve, fresche di studi universitari, eravamo state reclutate per il servizio d'ordine in Basilica. Parlo soltanto di quote rosa perché all'epoca le due associazioni, exallievi ed exallieve, erano rigorosamente divise. Non c'era l'abitudine di lavorare insieme, quindi il maschile e il femminile procedevano ognuno per conto proprio, come la mano destra e la sinistra del classico brano evangelico. Le exallieve dunque avevano ricevuto una rigorosa formazione sul modo in cui accompagnare i pellegrini in Basilica. Sistemate nei punti strategici: all'ingresso degli ampliamenti, davanti all'urna di don Bosco, davanti a tutte le entrate e le uscite, vestite con impeccabile tailleur scuro (gonna lunga 10 cm sotto il ginocchio, anche se fuori imperversava la minigonna), avevamo il compito di fornire laconiche informazioni ai visitatori, perché allora in Chiesa non si parlava. In testa ci avevano piazzato un fez azzurro con la scritta "Maria Ausiliatrice" perché le donne non potevano stare in Chiesa a capo scoperto. Al braccio sinistro portavamo una fascia azzurra con frange dorate, con la scritta "Servizio d'ordine". Avevamo anche il compito di allontanare pellegrini troppo rumorosi ed eventuali disturbatori. Il servizio ci riempiva di orgoglio e per nessun motivo al mondo ne avremmo saltato un turno. Oggi qualcuno di quei fez azzurri è diventato una maglietta gialla e svolge un analogo servizio con lo stesso entusiasmo, con la gioia di avere scritto e di continuare a scrivere un pezzo di storia salesiana. Il 2018 ci vede infatti protagonisti di un altro compleanno importante di casa nostra, in concomitanza con un evento straordinario: lo svolgimento delle Giornate di spiritualità della Famiglia Salesiana a Valdocco. Evento che, cadendo nel cuore dell'inverno, merita di essere festeggiato con un brindisi al vin brulé.

Ed eccovi, così, gli ingredienti per la classica bevanda piemontese:

1 l di vino rosso
5 cucchiai di zucchero
scorza di un'arancia e di un limone
2 stecche di cannella
10 chiodi di garofano
Un pizzico di noce moscata.
Mettere tutti gli ingredienti in una pentola; a fuoco basso fare sciogliere lo zucchero, rimestando, fino a che il vino sia ben caldo, evitando di farlo bollire. Filtrare con un colino e servire la bevanda caldissima in bicchieri di terracotta o nella grolla dell'amicizia (recipiente di legno con una serie di beccucci dai quali i commensali bevono, a turno).


Anna Maria MUSSO FRENI / redazione.rivista@ausiliatrice.net

Rivista Maria Ausiliatrice 2018 - 1

|  HOME | LITURGIA DOMENICA |  Archivo RIVISTA MARIA AUSILIATRICE | INFO  |


 Visita Nr. http://counter.digits.net/wc/-d/4/scudum