|  HOME | LITURGIA DOMENICA  |  Archivo RIVISTA MARIA AUSILIATRICE | INFO  |


Rivista Maria Ausiliatrice  |  Archivio RMA 2017

Grazie don Corrado

Il 27 agosto 2017 alla Casa Madre SDB di Torino-Valdocco Don Corrado Bettiga finiva i suoi giorni terreni e cominciava quelli eterni senza tramonto in Paradiso. La Rivista Maria Ausiliatrice lo ricorda volentieri perché è stato, insieme a don Gianni Sangalli (+2004), che ne fu in direttore per oltre 20 anni, uno dei suoi ri-fondatori, nel 1980. L'ideatore e fondatore della Rivista fu il Beato Filippo Rinaldi nel 1928. Essa ricevette un'ottima accoglienza suscitando grande entusiasmo in tutta la Famiglia Salesiana… fino al 1943, quando, in piena seconda guerra mondiale, cessò la pubblicazione.
Fu ripresa nel 1980, in seguito alla visita del papa Giovanni Paolo II a Valdocco (13 aprile 1980), ad opera di d. Gianni, rettore della Basilica Maria Ausiliatrice (1980), coadiuvato nell'impresa proprio da d. Corrado Bettiga, allora nella stessa comunità Maria Ausiliatrice (prima vicario economo nel 1979 e poi direttore 1985-1989).
Don Corrado è nato nel 1932 a Sueglio, in provincia di Como (Italia). E' diventato salesiano nel 1949 e sacerdote nel 1959. Specializzatosi in Diritto Canonico fu professore di questa materia a Castellamare, presso Napoli, dove insegnò per ben 16 anni. E' stato per 6 anni anche responsabile spirituale delle VDB, e dal 1985 al 1989 direttore a Valdocco, Comunità Maria Ausiliatrice.
Anch'io l'ho conosciuto personalmente qui a Valdocco… e mi è rimasto impresso nella memoria il suo sorriso, la sua presenza gentile con tutti, mai ingombrante o dominante, sempre disponibile ad aiutarti se chiedevi qualche assistenza. Di don Corrado ho due ricordi. Il primo è il giudizio espresso da un salesiano, che era stato suo allievo a Castellamare. Mi disse: "Don Corrado, oltre alla sua docenza di Diritto Canonico, andava, da buon salesiano, all'oratorio per aiutare quei ragazzi che non erano proprio i più educati e disciplinati di questo mondo… tutt'altro. Ebbene d. Corrado, con il suo sorriso, con la sua pazienza a tutta prova, con la sua bontà quasi disarmante, era riuscito nell'impresa, non facile, di ammansirli e renderli più rispettosi e disponibil... Quasi un miracolo. Per me è' stato un vero figlio di don Bosco". Quindi professore sì, ma non dimenticava il suo cuore salesiano, che batteva sempre per l'educazione dei giovani. Il secondo ricordo. Nella comunità don Corrado era il salesiano non della 'parolina all'orecchio' come faceva don Bosco ai suoi ragazzi, ma… della barzelletta, che lui ti raccontava sorridente e con voce quasi sussurrata… Beh… qualche volta erano delle belle 'freddure'. Io una volta mi sono permesso di dirgli: "Ma padre Corrado… questa è semplicemente una freddura e a Torino fa già freddo di suo… la deve raccontare a luglio-agosto…. per avere un po' di sollevo dal caldo. Adesso ci prendiamo un raffreddore". Lui ti guardava, ti sorrideva beato e soddisfatto del suo singolare 'apostolato'… e, naturalmente, aspettava un'altra occasione, per un'altra barzelletta o… freddura. Anche questo creava buon umore e suscitava qualche sorriso in più in comunità… il che non guasta mai.
Grazie di tutto d. Corrado… i lettori della nostra Rivista ti ringraziano per il tuo contributo nella sua ri-fondazione, per la tua collaborazione ed il costante sostegno.
A noi che ti abbiamo conosciuto mancheranno la tua bontà, il suo sorriso e… le tue barzellette, che, lo pensiamo sorridendo, continuerai a raccontare… in Paradiso. Grazie di cuore.


Mario SCUDU / redazione.rivista@ausiliatrice.net

Rivista Maria Ausiliatrice 2017 - 6

|  HOME | LITURGIA DOMENICA |  Archivo RIVISTA MARIA AUSILIATRICE | INFO  |


 Visita Nr. http://counter.digits.net/wc/-d/4/scudum