|  HOME | LITURGIA DOMENICA |  Archivo Rivista  MARIA AUSILIATRICE | INFO SALESIANI DB VALDOCCO  |


RIVISTA MARIA AUSILIATRICE  | RMA Archivio 2016
ADMA | L'ADMA nell'ispettoria sales. del Mato Grosso
Dal 25 aprile al 5 maggio 2016, su invito dell'Ispettore P. Gildásio Santos, ho visitato l'Ispettoria salesiana missionaria di Campogrande (Brasile). Sono stati giorni di grazia speciale e di intensa fraternità che mi hanno permesso di conoscere la presenza salesiana in questa regione del Barsile, comprendente gli stati del Mato Grosso e Mato Grosso do Sul, e ricca di storia, di testimonianze evangeliche, di passione apostolica ed educativa secondo il cuore di don Bosco.
Negli incontri con diversi gruppi di persone, nella visita a diverse opere e presenze salesiane, nelle visite con alcune realtà missionarie tra gli indigeni Bororo e Xavante, ho trovato sempre grande accoglienza, condividendo sia la mia storia vocazionale che le realtà di cui mi sono fatto particolarmente promotore: quella delle Cause dei Santi e quella della Famiglia Salesiana, con particolare attenzione all'ADMA.

Parola di Dio e Sacramenti

Nel passare dei giorni ho confermato come l'amore alla Parola di Dio, all'Eucaristia, la devozione all'Ausiliatrice e la valorizzazione del patrimonio della santità fiorita da don Bosco siano risorse di primo ordine che danno impulso e motivazione profonda ai cammini vocazionali e formativi delle persone, oltre che a offrire i grandi orizzonti della missione, rendendo fruttosi i cammini della fede e dell'annuncio del vangelo. Come Giovannino Bosco, alla scuola di Maria Ausiliatrice, siamo chiamati a custodire ogni giorno nel cuore la Parola, a viverla con fedeltà, anche nell'ora della prova e della tentazione, e rendere grazie per le meraviglie che il Signore compie.
Ho conosciuto una storia ultracentenaria, impreziosita dalla testimonianza di numerosi confratelli che con grandi sacrifici e passione hanno portato l'annuncio del vangelo, hanno sparso semi di educazione, hanno lavorato nei solchi delle missioni, alcuni fino al martirio come P. Giovanni Fuchs e P. Pedro Sacilotti, uccisi nel 1934, e P. Rodolfo Lunkenbein e il bororo Simao, uccisi ne l 1976 per aver difeso i diritti degli indigeni. Ho visitato i luoghi dove ha concluso la sua corsa terrena il Venerabile Attilio Giordani: un laico sposato, padre di famiglia, catechista e animatore dell'oratorio, salesiano cooperatore, missionario del vangelo della Gioia, con "un cuore senza confini", come è scritto sulla lapide che custodisce il suo cuore a Poxoreo.
Ho incontrato diversi gruppi e soci dei ben 12 gruppi di cui è costituita l'ispettoria, animati dal vicario ispettoriale P. Adalberto De Jesus. In particolare mi hanno impressionato gli oltre 60 giovani dei gruppi mariani del Rosario, incontrati soprattutto a Campogrande, che mi hanno colpito per la loro passione apostolica e l'amore a Gesù e Maria, insieme al desiderio di essere ADMAGiovani.
Ho gioito molto nell'iniziare il mese di maggio a Cuiabá, sia nelle solenni e partecipate celebrazioni eucaristiche, sia nell'incontro con l'ADMA, a cui ho lasciato l'invito di un cammino di rinnovamento nell'attenzione e nell'accompagnamento della famiglia.

I Bororo e l'Ausiliatrice

Commovente l'accoglienza e l'incontro con il gruppo ADMA dei Bororo di Meruri che diffondono nella missione e nelle famiglie la devozione a Maria Ausiliatrice, promuovendo la recita del Rosario.
Ho vissuto ciò che il Rettor Maggiore ci ha consegnato nella strenna di quest'anno: "Con Gesù, percorriamo insieme l'avventura dello Spirito". Ho condiviso con i membri e i gruppi della Famiglia Salesiana, con i soci dell'ADMA un'avventura dello Spirito, nell'apertura ai doni di Dio e nel riconoscere autentiche impronte di santità e di martirio, soprattutto in vite donate per il vangelo nella difesa dei piccoli, dei poveri e degli indigeni.


Pierluigi CAMERIONI: redazione.rivista@ausiliatrice.net


RIVISTA MARIA AUSILIATRICE  2016 - 4

|  HOME | LITURGIA DOMENICA |  Archivo Rivista  MARIA AUSILIATRICE | INFO SALESIANI DB VALDOCCO  |


Visita Nr.