SANTUARI DEL LAZIO / 7

SANTA MARINELLA (RM)


Santuario Santa Maria della Visitazione / Oasi Tabor /Diocesi: Porto S. Rufina.
Indirizzo: via Santa Maria della Visitazione.
Calendario: La festa del Santuario si celebra il 31 maggio.

Il Santuario è stato consacrato a chiusura dell’anno mariano, il 13 agosto 1988, in onore della Vergine della Visitazione. La costruzione si erge a ridosso dei Monti della Tolfa con la facciata rivolta al mare. La chiesa conserva una grande terracotta che raffigura la Visitazione, opera dello scultore Vinari. Vetrate policrome si riflettono a luce spiovente sul pavimento e sull’arredamento chiaro del Santuario.

ROMA


Santuario Vergine della Rivelazione / Frati Minori conventuali
Diocesi: Roma. / Indirizzo: Via Laurentina 450.
Calendario: si celebra con solennità la ricorrenza dell’apparizione il 12 aprile con veglia mariana durante tutta la notte. Si celebrano anche la festa dell’Assunta il 15 agosto, la Natività di Maria l’8 settembre e l’Immacolata l’8 dicembre.

Il Santuario è situato presso la celebre Abbazia dei Padri Trappisti, sul luogo santificato dal martirio di San Paolo, in fondo al rettilineo della Via Ostiense. Il tempio è legato alla conversione del tranviere romano Bruno Cornacchiola, ancora vivente.
Il 12 aprile 1947, in una grotta, nel parco degli eucaliptus all’EUR di Roma, presso l’Abbazia trappista delle Tre Fontane (qui la testa di San Paolo, si dice, cadde tre volte facendo sgorgare dalla terra tre zampilli d’acqua), la Vergine apparve a Bruno Cornacchiola. Si presentò a lui come «Colei che è nella Trinità», come la «Vergine della Rivelazione» e lo invitò alla preghiera soprattutto per i peccatori. Da qui il nome «Grotta della Madonna alle tre Fontane» oppure «Santuario Vergine della Rivelazione». Ci furono altre apparizioni, l’ultima delle quali il 30 maggio dello stesso anno.
Da allora si susseguono i pellegrinaggi e i miracoli.
Fu eretta una cappella nella grotta dell’apparizione. I devoti di San Massimiliano Kolbe, dal 1984, possono celebrare nella grotta una Messa ogni giorno.
Il sagrato, a cielo aperto, è lo spazio riservato ai fedeli per la preghiera e le Celebrazioni Eucaristiche. Nelle grandi occasioni viene invece preparato un palco con altare nel grande piazzale fra gli eucaliptus. La statua lignea della Madonna è opera dello scultore Ponzi: la Vergine è coperta da un mantello verde che scende fino ai piedi sopra una candida veste, con una fascia rosea ai fianchi. Nella mano tiene un libro, a terra si notano un drappo nero ed una croce spezzata.

SAN VITTORINO (RM)


Santuario Nostra Signora di Fatima / Oblati di Maria Vergine
Diocesi: Tivoli. / Indirizzo: Via Ponte Terra, 8.
Calendario: Nella prima domenica di
ogni mese, per rinnovare l’attualità del messaggio di Fatima, al pomeriggio si svolge una processione mariana con la meditazione dei misteri del Rosario.
Ogni domenica si celebra la giornata dei malati, mentre l’ultima domenica del mese, la giornata delle famiglie.

All’incrocio delle due arterie autostradali che collegano Milano con Napoli e Roma con Pescara, si erge maestoso il moderno Santuario di Nostra Signora di Fatima, situato nella borgata San Vittorino, a circa 30 chilometri dal centro di Roma.
Il Santuario venne costruito, grazie all’idea del religioso fratel Gino Burrosi e di alcuni laici, nel 1975. Si tratta finora dell’ultimo luogo di culto mariano sorto nel Lazio.
Il tempio, molto moderno, è a forma di tenda proiettata verso l’alto ed è opera degli architetti Lorenzo Monardo e Anna Maria Costanzo. All’entrata una grande volta accoglie i fedeli e li conduce verso l’interno. Quest’ultimo è a pianta centrale di forma circolare di circa 44 metri di diametro, coperto da quattro elementi a vela, che si protendono verso il lanternino circolare aperto verso l’infinito. Una maestosa Madonna di Fatima accoglie il popolo di Dio. Di particolare valore è la Via Crucis in metallo argentato: sono pannelli in altorilievo grandi 100 u 90, opera di Gabriele Jagnocco, terminata nel 1979. Inoltre è visitabile un bel presepio scolpito in blocco di legno da Conrad Moroder.

SETTEFRATI (FR)


Santuario Santa Maria del Canneto
Diocesi: Sora-Aquino-Pontecorvo.
Calendario: La festa del Santuario è nel mese di agosto.

Il Santuario è situato a più di 1000 metri di quota nella Valle del Canneto, alle falde del Monte Petroso. Sorse su un’area pagana nel 431 in occasione del Concilio di Efeso, quando si diffuse il culto per la Madre di Dio.
Dal 18 al 22 agosto si celebra la Sagra delle quattro Regioni a cui partecipano fedeli del Lazio, dell’Abruzzo, del Molise e della Campania. Il simulacro della Vergine, una Madonna bruna con il Bambino in braccio, è coperta da un grande manto. Il pomeriggio del 22 agosto viene portato in processione dal Santuario Mariano alla Chiesa di Settefrati, dove è rivestito di abiti preziosi e di ori. Durante la notte la suggestiva processione prosegue per le vie del paese.
                                                                 
  Cristina Siccardi


IMMAGINI:
1 Monastero delle Tre Fontane dei Trappisti /
2 Santuario di Santa Maria del Canneto

RIVISTA MARIA AUSILIATRICE 2003-2
VISITA Nr.