|   HOME PAGE   |  HOME PAGE - ITALIANO | FORMAZIONE CRISTIANA  | FORMAZIONE MARIANA  | INFO VALDOCCO   |


        SANTUARI MARIANI - ITALIA: LOMBARDIA - 6

CODOGNO (LO)


Santuario Madonna di Caravaggio
Indirizzo: Viale Manzoni, 2
Tel. 0377.32.640
Diocesi: Lodi
Calendario: La festa del Santuario si celebra ogni anno il 26 maggio, giorno dell’apparizione della Madonna a Caravaggio.

Si tratta di un tempio maestoso, costruito in tre anni, dal 1711 al 1714, con le offerte del popolo che accorreva devoto e riconoscente per le grazie ottenute per intercessione della Madonna.

La Vergine era venerata nella sua apparizione a Caravaggio, dipinta in un’edicola campestre per mandato di un sacerdote, Don Giuseppe Dragoni nel 1709, al posto di una rappresentazione del mistero della Presentazione di Maria al Tempio, scolorita dal tempo.

Si tratta di un Santuario maestoso, dallo stile barocco ad una navata, riccamente decorata, svettante e con una bellissima cupola che verticalizza la sua imponenza. La costruzione sacra è facile da ammirare perché totalmente isolata e situata sulla curva di un grande viale che circonda Codogno. All’interno della chiesa è suggestiva la cripta marmorea che custodisce l’immagine della Madonna e sono degne di nota le tre grandi tele che ornano l’altare maggiore e i due altari laterali, opera di due ignoti artisti del Settecento, Giovan Angelo Borroni e Sebastiano Galeotti.


COMO

S
antuario SS. Crocifisso - Padri Somaschi
Parrocchia SS. Annunciata - Indirizzo: Viale Varese, 23
Tel. 031.265.180 - Diocesi: Como
Calendario: Il Santuario vive il giorno più importante dell’anno il Venerdì Santo, quando viene portato il Crocifisso miracoloso in solenne processione cittadina con la partecipazione del Vescovo.
Note: Il Crocifisso miracoloso viene esposto il Martedì Santo alle ore 15 e resta esposto per il bacio dei fedeli fino alle 23 del Venerdì Santo. Nel 1700 il Cristo è stato riportato su di un’altra croce; ma la croce del miracolo è tuttora conservata.

Un tempo il terreno su cui sorge il Santuario era paludoso e malsano. Nel 1236 il canonico Erasmo Campacci pensò di bonificare la zona e fece anche costruire una chiesetta campestre in onore della Vergine Annunciata.
Nel 1401 alcuni pellegrini, di ritorno dal giubileo di Roma e diretti in Francia, in segno di ringraziamento, donarono il crocifisso, che li aveva guidati lungo il viaggio, ai monaci Celestini che gestivano la Chiesa e l’annesso Monastero eretto da Pietro Morone nel 1278.

Nel 1529 avvenne un grande miracolo: il Giovedì Santo, che in quell’anno cadeva il 25 marzo, festa dell’Annunciazione, i confratelli che si recavano in processione con il crocifisso, trovarono una strada sbarrata da grosse catene. Tentarono di passare sotto di esse abbassando la croce; ma in quel preciso istante le catene si spezzarono e vennero strappate dal solido muro di pietra.

Nel 1564 avvenne il primo ingrandimento della chiesa e nel 1754 il secondo. Nel 1893 arrivarono i Padri Somaschi e nel 1945, il 17 giugno, il beato Ildefonso Schuster incoronò il Crocifisso.

Il Santuario è in stile neoclassico dalle linee maestose. La facciata, affiancata da due grandiosi porticati, è stata rifatta da Luigi Fontana nel 1864 e reca in alto un gruppo marmoreo dell’Annunciazione di Giuseppe ­Bayer.

L’interno è formato da un’unica navata a croce latina; nelle pareti laterali si aprono quattro cappelle, oltre le due grandiose formate dall’asse trasversale del transetto. Il vastissimo tempio è un susseguirsi di volte e cupole affrescate in epoche successive.

La cappella di destra è affrescata da Carlo Carloni (1726) e quella di sinistra da un allievo del Morazzone. La cupola, alta 32 metri e con 17 metri di diametro, è stata affrescata nel 1928 da Gersam Turri e rappresenta il trionfo di Cristo Re. Il Santuario è ornato da numerosi stucchi, colonne e statue. L’altare maggiore, parte principale del tempio, è neoclassico, ed è ornato con decorazioni in bronzo dorato, inoltre è sovrastato da un tempietto marmoreo in cui si venera il SS. Crocifisso (alto 1,28 metri con un’apertura di braccia di 1,35), ai lati del quale sono raffigurati due bellissimi angeli che sorreggono le catene: si tratta del tesoro più notevole del Santuario.

                                                                                                         Cristina Siccardi 
        

IMMAGINI:
1-2 Solenne facciata del Santuario della Madonna di Caravaggio a Codogno, eretto nel 1714. e effigie della Madonna onorata nel Santuario di Codogno.
3-4 Il Santuario del SS. Crocifisso a Como e la solenne processione del Venerdì Santo.



     RIVISTA MARIA AUSILIATRICE  2009 - 7
     |  HOME PAGE |  HOME PAGE - ITALIANO   FORMAZIONE CRISTIANA  | FORMAZIONE MARIANA  INFO VALDOCCO   |

    Visita Nr.