|  HOME PAGE - ITALIANO | FORMAZIONE CRISTIANA  | FORMAZIONE MARIANA  | INFO VALDOCCO   |


   SANTUARI MARIANI - ITALIA: LOMBARDIA - 4

CARAVAGGIO (BG)



S
antuario Santa Maria del Fonte - Indirizzo: Portici Santuario 10
Tel: 0363.35.71 - Diocesi: Cremona
Calendario: Festa solenne il 26 maggio, anniversario dell’apparizione mariana. Sono, inoltre, celebrate l’Annunciazione, 25 marzo; l’Assunzione, 15 agosto; la Natività di Maria, l’8 settembre e l’anniversario dell’incoronazione della Madonna, avvenuta il 29 settembre 1710.
Note: La Basilica e i quattro piazzali sono circondati da una serie di portici, con duecento arcate.

Il 26 maggio, nei prati di Mazzolengo, apparve la Madonna a Gannetta Varoli di 32 anni, e le diede l’incarico di portare un messaggio di pace ai governanti, invitandoli a costruire una cappella sul luogo dell’apparizione.

Sul luogo venne trovata anche una fonte, mai vista prima di allora e che tuttora scorre. Filippo Maria Visconti fece subito costruire una chiesa che, consacrata nel 1451, fu poi ampliata e ricostruita anche per volere di San Carlo Borromeo.

Furono costruiti anche un ospedale per i poveri e gli ammalati ed una casa per l’infanzia abbandonata.


L’architetto Pellegrino Tibaldi iniziò i lavori nel 1575 e terminarono soltanto nel 1700. La chiesa è a pianta quadrata, con due facciate e due bracci ai lati, preceduti da portici. La cupola è solenne, con lanternino.

L’altare maggiore, ricco di marmi ricchi, su disegno iniziale di Filippo Juvarra, è sormontato da un tempietto a otto colonne di Carlo Merlo e degli scultori Sampietro e Melone.

Le statue che ornano l’altare rappresentano le virtù della Fede, Speranza, Carità, Umiltà.
Dall’altare maggiore, attraverso due scale laterali si accede al sacro speco, posto sopra il luogo dell’apparizione, con il gruppo statuario in legno, opera del Moroder, della Val Gardena (1932).
Le decorazioni interne sono opera di Giovanni Moriggia e Luigi Cavenaghi.

Moriggia dipinse la Vergine in gloria nella cupola, nel transetto la splendida Immacolata, la Natività di Maria, l’Assunta e nelle controfacciate l’Annunciazione, la Visitazione, la Nascita di Gesù; mentre gli affreschi della volta sono di Luigi Cavenaghi: Isaia, Geremia, Davide, Salomone. Inoltre i Santi Dottori della Chiesa latina: Ambrogio, Agostino, Gregorio e Leone Magno.
La navata maggiore presenta la facciata dell’organo e la balconata della cantoria, scolpita in legno dai fratelli Carminati di Caravaggio (1739-1747).

Sui fianchi della bellissima Basilica si aprono otto cappelle. La sacrestia è un complesso di pitture, legni, intagli e stucchi. Sulle pareti sono narrati i racconti della vita di Maria, opera di Giuseppe Procaccini (1698), con le figure dei dodici Apostoli, mentre sul soffitto è rappresentata l’Assunzione della Vergine.
Il luogo più visitato del complesso è il Sacro Fonte, a cui si accede dall’esterno del Santuario.

CASALMAGGIORE (CR)



Santuario Madonna della Fontana - Frati Minori Cappuccini
Indirizzo: Viale del Santuario 2 - Tel. 0375 42.279 - Diocesi: Cremona.
Calendario: Vengono celebrate le solennità mariane dell’Annunciazione (25 marzo), festa patronale, e l’Assunzione (15 agosto), anniversario dell’Incoronazione dell’effigie mariana avvenuta nel 1963.

La miracolosa immagine della Madonna che allatta il Bambino fu oggetto di culto fin dall’VIII secolo, quando doveva esserci un affresco su un muro prospiciente un pozzo. Il primo titolo «Madonna al Pozzo» fu poi cambiato in «Madonna della Fontana».

Un primo eclatante miracolo avvenne nel 1320: un povero cieco, dopo essersi bagnato gli occhi con l’acqua del pozzo della Madonna, istantaneamente riacquistò la vista. In ringraziamento i casalesi costruirono un primo tempietto ottagonale.

La costruzione dell’attuale Santuario fu decisa dopo un altro clamoroso mi-
racolo avvenuto nel 1463: la guarigione di un infermo grave risanato dopo l’immersione nell’acqua della fontana. L’immagine ora venerata nel Santuario risalirebbe al XIV secolo.

Quattro date sono pietre fondamentali nella storia del Santuario: il 1492 e il 1629 per la cessazione miracolosa della peste a Casalmaggiore e a Milano, proprio dopo l’aspersione dell’acqua della fontana; inoltre il 1778 per la liberazione da una durissima siccità e il 1855 per la fine improvvisa del colera. Già dal XV secolo vi fu annesso il Convento, tenuto dai Servi di Maria, ai quali subentrarono, nel 1902, i Cappuccini.

Il Santuario, costruito nel 1463, è in stile romanico lombardo e possiede tre navate con un bellissimo portale rinascimentale in cotto. La navata centrale è ritmata da grandi pilastri poligonali e la volta a botte presenta notevoli decorazioni pittoriche, a cassettoni con cerchi e rosette interni, di origine classica.

Numerosi gli affreschi e le tele, alcuni del Parmigianino, il quale volle essere sepolto proprio in questo Santuario e di cui si conserva la tomba nella seconda cappella a sinistra dell’entrata.

                                                                                                         Cristina Siccardi 
        

IMMAGINI:
1-2 Santuario di Caravaggio - La Vergine appare a Giannetta Varoli il 26 maggio 1432 quando questa si trovava fuori dall’abitato lungo la strada verso Misano, ed era tutta presa dal pensiero di come avrebbe potuto portare a casa i fasci d’erba che lì era venuta a falciare per i suoi animali.
3-4 La facciata romanica del Santuario della Madonna della Fontana a Casalmaggiore costruito nel 1463 - Immagine della Vergine venerata a Casalmaggiore.



     RIVISTA MARIA AUSILIATRICE  2009 - 5
     |  HOME PAGE - ITALIANO   FORMAZIONE CRISTIANA  | FORMAZIONE MARIANA  INFO VALDOCCO   |

    Visita Nr.