|  HOME PAGE - ITALIANO | FORMAZIONE CRISTIANA  | FORMAZIONE MARIANA  | INFO VALDOCCO   |

         SANTUARI MARIANI:
     LIGURIA - 8

  RAPALLO (GE)


Santuario Nostra Signora di Montallegro ¦Tel. 0185.23.90.00 | Diocesi: Chiavari.
Calendario: Si celebra solennemente l’anniversario dell’apparizione il 2 luglio, preceduto da una novena. La festa dell’Assunta, il 15 agosto, viene celebrata con particolare devozione, perché richiamo dell’effigie lasciata dalla Madonna.

Il 2 luglio 1557 Maria Vergine apparve ad un contadino di nome Giovanni Chichizola, lasciando un’icona greco-bizantina e domandando la costruzione di una chiesa.

L’Arcivescovo di Genova, il 6 agosto 1558, autorizzò la costruzione del tempio e nel luglio del 1559 il Santuario venne aperto al culto.

La chiesa è in stile rinascimentale, leggero barocco. L’interno è, invece, settecentesco, a una navata con cinque altari di marmo. La facciata è marmorea, in stile gotico lombardo e risale al 1896.

Il portone è in bronzo ed è opera dello scultore Italo Primi di Rapallo, inaugurato il 2 luglio 1957, nel quarto centenario dell’apparizione. Il pittore rapallese Francesco Boero nel 1864 fu incaricato di affrescare la volta della chiesa con quattro medaglioni che illustrano i principali avvenimenti della storia di Montallegro.
L’altare maggiore venne costruito nel 1882 su disegno dell’architetto Luigi Rovelli.

L’effigie miracolosa, donata dalla Madonna ai rapallesi nel 1557, è incastonata in un grazioso padiglione d’argento, donato nel 1743 dal nobile Tommaso Noce.
L’icona greco-bizantina è una tavoletta di legno di 18 centimetri per 13, sulla quale è raffigurata la Dormitio Virginis, la morte e l’Assunzione della Madonna al cielo. In basso è raffigurata la Madonna morta, rivestita di un saio scuro e stesa su un lettuccio ricoperto da un drappo rosso e, intorno, gli apostoli in preghiera.

In alto, sullo sfondo del cielo, si trova la Santissima Trinità, raffigurata come tre Persone distinte, ma unite, quasi a formarne una sola e, nella Trinità, è collocata Maria Santissima.
Il catino dell’abside fu affrescato nel 1866 dal celebre pittore genovese Nicolò Barabino.


SANTA MARGHERITA LIGURE (GE)

Santuario Santa Maria della Rosa | Indirizzo: Piazza Caprera.
Tel. 0185.28.65.55 | Diocesi: Chiavari

Calendario: Le due festività principali sono quella dedicata a Santa Maria della Rosa, che viene celebrata la sesta domenica di Pasqua, e quella di Santa Margherita Vergine Maria il 20 luglio.

Sono festività molto sentite sul luogo e legano in maniera fortissima la tradizione religiosa all’antico borgo di mare.

Le prime fonti storiche risalgono al 1311: si tratta di un documento ritrovato dal monaco cistercense Giovanni Battista Biagioli.

In esso si attesta che nella chiesetta dedicata a Santa Margherita di Antiochia vi era, da tempo «immemorabile», una statua della Madonna con il Bambino in braccio e con una rosa nell’altra mano.

La popolazione di Santa Margherita è sempre stata molto devota alla «Madonna della Rosa».

L’attuale Santuario fu edificato a partire dal 1658. Durante la costruzione, sotto l’altarino su cui troneggiava la statua, venne trovato uno specchio d’acqua viva e profumata, a cui gli esperti non poterono spiegarne l’origine, perciò venne riconosciuta come miracolosa; oltretutto, dopo averla bevuta, era miracolosa poiché faceva guarire malanni, febbri, paralisi...

La Vergine venne incoronata «Maria della Rosa» nel 1776.
La Basilica è in stile composito, dominante risulta comunque il barocco ligure con la grande facciata imponente affiancata da due altissimi campanili, disegnati dall’architetto Carlo Orsolini nel XVIII secolo.

Nel presbiterio, dove l’altare maggiore, si trova la statua della Madonna della Rosa dello scultore Giacomo Ponsonelli.
Fra le opere di pregio sono da segnalare: la Deposizione di Luca Cambiaso, l’angelo custode di Giovanni Andrea De Ferrari, la Crocifissione del XVII secolo e lo Sposalizio di Santa Caterina di Valerio Castello.

                                                                                            
Cristina Siccardi 
        

IMMAGINI:
1-2  
Il Santuario di Nostra Signora di Montallegro custodisce al suo interno l’icona di stile bizantino oggetto di tanta venerazione da parte dei fedeli.
L’interno del Santuario venne completato nel Settecento mentre l’altare maggiore fu terminato solo alla fine dell’Ottocento.
La facciata del Santuario è in stile barocco d’ispirazione ligure.
5-6  
lInterno del Santuario e la Madonna della Rosa. Durante la costruzione venne trovata sotto l’altare della Vergine una polla d’acqua miracolosa.



       RIVISTA MARIA AUSILIATRICE  2008 - 4
       |  HOME PAGE - ITALIANO   FORMAZIONE CRISTIANA  | FORMAZIONE MARIANA  INFO VALDOCCO   |

       VISITA Nr.