SANTUARI MARIANI:
   TRIVENETO /
11   

PIOVE DI SACCO (Padova)

Santuario Beata Vergine delle Grazie / Indirizzo: Viale delle Grazie 63
Tel. 049.58.40.327Diocesi: Padova.
Calendario: Il 6 maggio si celebra la festa del Voto.

Il Santuario di Santa Maria delle Grazie si trova in fondo al viale dei tigli, alla periferia della città di Piove di Sacco. È stato costruito nel 1484 e officiato, fino al 1769, dai Frati Minori Francescani che avevano accanto un piccolo convento, demolito dopo la partenza dei religiosi.

All’origine era una costruzione romanica ad una sola navata, in seguito fu aggiunta a sinistra una navata più piccola, dove si trova l’immagine della Madonna delle Grazie, alla cui intercessione è attribuita la liberazione dalla peste. Il 27 aprile 1631 è stata istituita la festa del voto, celebrata con grande solennità e partecipazione di tutta la popolazione.

L’attuale facciata risale al 1861: nella parte superiore presenta due bifore, fra le quali è raffigurata una Madonna. La navata maggiore ha il soffitto a capriate ed è stata rifatta varie volte lungo i secoli.

Sopra l’altare, in fondo alla navatella sinistra, è situata l’immagine della Vergine con Bambino, dipinto su tavola, che risale al 1478 ed è attribuita a Giovanni Bellini.

Rovinata da diversi ritocchi, venne restaurata nel 1942-43 e benedetta da Papa Pio XII. Il 1° giugno 1947 monsignor Carlo Agostani, vescovo di Padova, incoronò solennemente la sacra icona a cui fu aggiunta una pala marmorea con due angeli che sostengono il diadema sul capo della Vergine.

PRALONGO DI MONASTIER (Treviso)

Santuario Madonna Nera di Pralongo / Tel. 0422.79.80.19
Diocesi: Treviso. / Calendario: Si celebra la festa della Natività di Maria l’8 settembre.

Il Santuario fu eretto nel 1523 come Oratorio in mezzo ad un bosco (Pralongo significa grande prato), dedicato alla natività di Maria. Durante un incendio l’immagine della Madonna con il Bambino divenne nera senza bruciare, da qui il nome di «Madonna nera» con il quale è stato intitolato il Santuario.

L’immagine proviene dal noto Santuario di Motta di Livenza. Nel 1908 fu ricostruito e ampliato.

Durante le due guerre mondiali fu inspiegabilmente risparmiato dalla distruzione: mentre tutte le altre chiese furono rase al suolo, questa fu trasformata in ospedale, che ospitò anche lo scrittore Ernest Hemingway. Fu ristrutturato nel 1982.

Il Santuario, ricostruito nel 1908, si ispira all’arte gotica del Cattaneo. L’11 marzo 1917 fu solennemente benedetto e inaugurato un nuovo altare di marmo policromo e l’edicola per accogliere stabilmente il simulacro della Vergine con il Bimbo, scolpita su legno e ricoperta da un ampio manto.
La Vergine è seduta con grazia e maestà e sostiene sul ginocchio destro il Figlio che stringe amorosamente il collo della Madre.

ROVERETO (Trento)

Santuario Madonna del Monte / Missionari della Consolata
Indirizzo: Via Madonna del Monte, 12 / Tel. 0464.43.36.61 / Diocesi: Trento
Calendario: Il Santuario celebra la festa annuale l’ultima domenica di giugno, festa della Consolata (20 giugno).

La storia del Santuario ha come origine un capitel, cioè un cippo con l’immagine della Madonna con il Bambino che esisteva dal 1485, ma che balzò alla ribalta soltanto nel 1602, quando un certo Andrea Rossi, sofferente di artrosi deformante, ottenne dalla Madonna la guarigione.

Sul luogo sorse prima una cappella di legno, in seguito sostituita dall’attuale Santuario, consacrato nel 1626 e denominato Madonna del Monte. Dal 1926 il Santuario è affidato ai Missionari della Consolata, fondati dal beato Giuseppe Allamano.

L’antico capitello si trova nel presbiterio, dietro l’altare. L’artistica facciata del 1650 è opera dello scultore Sartori di Castione. Nel 1717, lungo la strada che da Rovereto porta al Santuario, sono stati eretti i capitelli della Via Crucis.

Le decorazioni interne, di stile barocco, sono state eseguite da Orlando Fattori tra il 1760 e il 1770 e ridipinte nel 1937.

Il Santuario venne danneggiato durante il primo e secondo conflitto mondiale, con lo sfondamento del tetto e la distruzione della volta affrescata. Il presbiterio e il capitello con l’immagine della Madonna rimasero intatti. 


                                                                         
Cristina Siccardi         


IMMAGINI:
1-2 
Santuario della Beata Vergine delle Grazie a Piove di Sacco. La sua fondazione risale al 1484. Immagine della Vergine venerata presso questo Santuario.
La statuetta della Madonna venerata all’interno del Santuario di Pralongo.
Facciata del Santuario della Madonna del Monte a Rovereto.
La Madonna del Monte di Rovereto.


   RIVISTA MARIA AUSILIATRICE  2006 - 9
  
 VISITA Nr.