|  HOME PAGE - ITALIANO | FORMAZIONE CRISTIANA  | FORMAZIONE MARIANA | INFO VALDOCCO   |

         SANTUARI MARIANI:
     
LIGURIA - 4

    FINALE LIGURE (SV)

Santuario della Vergine Pia Monaci benedettini Sublacensi / Indirizzo: Via Santuario 59.
Tel. 019.60.17.00 / Diocesi: Savona-Noli.
Calendario: si celebrano la festa di San Benedetto (21 marzo e 11 luglio); l’Assunta, patrona del monastero (15 agosto); la Natività di Maria Vergine (8 settembre).

Note: si tengono esercizi spirituali e conferenze su temi liturgici. Intensa la vita monastica della comunità, i cui momenti di preghiera possono essere condivisi anche dai laici. Sono accolti sacerdoti, seminaristi e laici (uomini) che accolgano le regole monastiche.

Negli appartamenti vicini al secondo chiostro e nella Villa Enrichetta sono ospitati singoli e famiglie. Il negozio all’ingresso del monastero vende prodotti del famoso apiario attivo dal 1920: miele, pappa reale, propoli e creme al miele. Nell’erboristeria del Convento, in Piazza della Chiesa, oltre ai prodotti apiari, sono in vendita anche erbe officinali e medicine naturali.
Antichi documenti fanno risalire al 1170 la presenza di una cappella legata al culto della Madonna di Finale Pia, primo nucleo religioso di cui si ritrovano tracce nell’attuale chiesa abbaziale barocca.

Nel 1477 il marchese Disagio Galeotto del Carretto consentì ai monaci benedettini olivetani di sovrintendere al Santuario e di avviare i lavori di costruzione del monastero. Dopo la chiusura del monastero cinquecentesco, imposta dalle leggi napoleoniche (1799), re Carlo Alberto nel 1845 chiamò i benedettini sublacensi che vi rimasero fino al 1855, quando Vittorio Emanuele II ne decretò nuovamente la chiusura. Nel 1905 venne definitivamente riaperto.

La chiesa abbaziale di Santa Maria di Pia venne ricostruita totalmente da Girolamo Veneziano nel XVIII secolo. La facciata è in stile rococò. Del periodo medievale rimane il campanile romanico-gotico (XII-XIV sec.) con quattro ordini di bifore e cuspide ottagonale.
L’interno barocco ha una sola navata. Sull’altare maggiore vi è il quadro attribuito a Niccolò da Voltri (Madonna con il Bambino e gli angeli). Dietro si trova l’organo con cornice ed intagli lignei di Fra’ Antonio da Venezia (1551). Nella sacrestia ci sono armadi del Cinquecento con intarsi di Fra’ Antonio da Venezia ed un gruppo di ceramica dei Della Robbia. Un’altra ceramica robbiesca si trova nell’atrio dell’Abbazia. I due chiostri, iniziati nel XVI secolo, vennero terminati nel 1921.
Inoltre è presente una splendida Sala capitolare con stalli cinquecenteschi, nonché arredi sacri e documenti, dove è allestito il Museo. Da segnalare il refettorio con crocifisso ligneo dipinto nel XIV secolo. L’oratorio presenta invece affreschi di Leandro Montini (1940-1943).

SAN FRUTTUOSO (GE)

Santuario Nostra Signora del Monte / Frati Minori francescani
Indirizzo: Salita Nuova Nostra Signora del Monte, 15 - Tel. 010.50.58.54
Diocesi: Genova.

Calendario: La festa più importante si celebra la prima domenica di settembre ed è la festa della Madonna del Monte, con processione pomeridiana nel bosco di lecci, adiacente, detto «bosco dei frati».

Festa grande e caratteristica per i bambini è il 13 giugno, giorno nel quale si ricorda Sant’Antonio da Padova.
Note: Intensa è l’attività di catechesi e liturgia. Inoltre, a fianco del Santuario e dentro il bosco si trova la Casa San Francesco, che può ospitare fino a 54 persone ed è dotata di tre sale per incontri.

Il Santuario del Monte, di cui fu celebrato il millenario nel 1958, è il più antico della città di Genova, per tale ragione è considerato il Santuario principe.

Dall’inizio del XII secolo c’è stata la presenza dei Monaci di Santa Croce di Mortasa; dal 1444 l’insediamento dei Frati Francescani, salvo brevi interruzioni, perdura tuttora.

Il complesso è costituito da una chiesa e da un convento francescano, costruito nel 1444 su un precedente edificio sacro (1183), eretto sul luogo dove, secondo la tradizione popolare, erano apparsi voli di angeli e bagliori di luce in onore della Vergine.

I Frati Minori portarono la statua lignea della Madonna con Bambino, di scuola senese del XV secolo, che si conserva nella cripta, che è la parte più preziosa del Santuario ed è forse tra le più belle dell’architettura genovese, opera dell’Ansaldo (1630).

Su di un impianto del 1400 la Basilica fu profondamente rimaneggiata nel 1654-1658: è a croce latina con abside retta e tre navate. Nella volta vi sono affreschi di Andrea Ansaldo e nelle cappelle dipinti di Fiasella, del Semino e del Carlone (XVII sec.).

Nella galleria attigua sono raccolti numerosi ex voto donati in prevalenza da marinai. Il convento conserva la struttura quattrocentesca. Nel chiostro si ammira un pregevole trittico marmoreo del Cinquecento. Nel refettorio vi è l’Ultima Cena di Orazio De Ferrari (1641) ed un piccolo pulpito in ardesia del XVII secolo.

                                                                          
Cristina Siccardi 
        

IMMAGINI:
1  
Interno della chiesa a navata unica di Finale Ligure. Il Monastero sublacense è ricco di opere artistiche, come il crocifisso del refettorio e la sala capitolare.
La Madonna Pia, tavola di Niccolò da Voltri (XVI secolo).
Il Santuario di Nostra Signora del Monte è il più antico Santuario mariano di Genova.
4  La statua lignea della Madonna con Bambino di San Fruttuoso, un’opera senese del XV secolo.
5  La Vergine con i santi Antonio e Bernardino, un’opera di Bernardino Fasolo (1463-1518).



       RIVISTA MARIA AUSILIATRICE  2007 - 11
       |  HOME PAGE - ITALIANO | FORMAZIONE CRISTIANA  | FORMAZIONE MARIANA | INFO VALDOCCO   |

       VISITA Nr.