HOME PAGE - ITALIANO
/ FORMAZIONE CRISTIANA  / FORMAZIONE MARIANA / INFO VALDOCCO


         SANTUARI MARIANI:
     
LIGURIA - 2

CAMOGLI (GE)

Santuario Nostra Signora del Boschetto
Tel. 0185.77.01.26 / Diocesi: Genova.
Calendario: Le principali feste cadono il 2 luglio, anniversario dell’apparizione della Madonna, la prima domenica di settembre, la terza domenica di settembre e di gennaio.
Note: Nel periodo estivo si organizzano concerti d’organo in chiesa, ma soprattutto nel chiostro.

L’origine del Santuario è legata ad un fatto prodigioso.
Una ragazza dodicenne, Angela Schiaffino, soleva pascolare il gregge in località Boschetto, dove si ergeva un’edicola con un’immagine di Maria Vergine, dipinta su una piccola tavola, con il Bambino Gesù in braccio. Il quadro risale al 1500.

Il 2 luglio 1518 la ragazza vide apparire con abbagliante splendore la Vergine, la quale manifestò il desiderio di veder sorgere un tempio proprio in quel luogo: tracciò sulla mano della fanciulla e su un sasso l’iniziale del suo nome, «M», in carattere gotico. In seguito ai prodigi operati dalla Madonna fu edificata dapprima una cappella, poi l’attuale Santuario e il convento dell’Ordine dei Servi di Maria, che porta appunto per emblema la lettera «M».

I Serviti rimasero fino alla soppressione degli ordini religiosi, ordinata da Napoleone, poi il tempio passò al clero diocesano.
La costruzione del Santuario è dovuta al primo rettore, padre Costantino Crovari.

Fu edificato in 20 anni e inaugurato il 2 luglio 1631, quando si fece la traslazione dell’immagine miracolosa della piccola cappella alla Chiesa maggiore. Il Santuario, in stile barocco, possiede una sola navata e nel timpano un bellissimo altorilievo raffigurante l’Eterno Padre.

Ci sono, inoltre, tre altari dedicati ai celesti protettori dell’Ordine servita e due altari di marmo e statue di stucco.
Negli anni 1782-1794 la volta del presbiterio fu affrescata da Giuseppe Paganelli con un’opera pregevole per disegno e colore, raffigurante l’apparizione di Maria ad Angela Schiaffino.

L’immagine della Madonna del boschetto fu incoronata in occasione del terzo centenario dell’Apparizione. Il momento solenne della stessa Incoronazione fu riprodotto nel 1884 dal pittore lucchese Pietro De Servi sulla tela situata nella parte sinistra del presbiterio.


CARRODANO (SP)

Santuario Nostra Signora di Roverano / Indirizzo: Via Roverano, 1 / Tel. 0187.89.33.20 / Diocesi: La Spezia-Sarzana-Brugnato.

Calendario: Le feste patronali sono il 7 e l’8 settembre. Grande festa viene fatta anche l’ultima domenica di maggio, con benedizione dei bambini e delle macchine.

Note: Si tratta di un Santuario che pone l’attenzione principalmente sulla famiglia: quadro della Madonna con Bambino, le statue di San Gioacchino e Sant’Anna, gruppo dell’Apparizione invocata come Madonna degli Sposi.

Il Santuario si eleva sull’omonimo colle, a metà strada fra Sestri Levante e La Spezia, in una posizione altamente suggestiva.
La sua origine risale all’apparizione della Madonna nel secolo XIV a due pastorelle, una delle quali era muta dalla nascita. A questa la Vergine, che aveva in braccio il Bambino Gesù e reggeva un piccolo quadro, ordinò di invitare, a nome suo, il parroco di L’Ago per recarsi lassù.

Grande fu la sorpresa e la commozione del parroco stesso nel sentire parlare la fanciulla. Il misterioso quadro che rappresentava la Vergine con il Bambino Gesù, venne deposto nella chiesa parrocchiale di L’Ago; ma il giorno successivo, esso scomparve.

Fu ritrovato più tardi sul colle di Roverano, appeso ad un ulivo. Era evidente la volontà della Vergine Maria di essere venerata in quel luogo. Perciò fu costruita una piccola cappella, cui seguì l’attuale Santuario, nel quale si conserva gelosamente il dipinto.

Il primo documento riferito alla chiesa risale al 1518. Il tempio attuale è dell’Ottocento: ha una linea architettonica semplice e lineare, il suo stile è moderno con elementi rinascimentali. Nel 1933 è stata rifatta la facciata.

L’interno ha un’unica navata, con pianta a croce latina. Sopra l’altare maggiore, ricco di marmi, sta il miracoloso quadro cinquecentesco della Madonna con Bambino, portato in Santuario il 13 giugno 1875, di scuola italo-bizantina. La Madonna fu solennemente incoronata l’8 settembre 1901. Troviamo affreschi di Tiziano Triani, un ciborio ligneo ed un bassorilievo raffigurante l’apparizione, nonché la cassaforte dove Santa Caterina da Genova raccoglieva e custodiva le offerte per i poveri.

                                                                           
Cristina Siccardi 
        

IMMAGINI:
1  
La Madonna del Boschetto apparsa a Camogli il 2 luglio 1518.
Interno del Santuario di Nostra Signora del Boschetto. La chiesa venne inaugurata il 2 luglio 1631.

Il quadro della Vergine incoronato nel terzo centenario dell’Apparizione.

4  Il Santuario si trova a metà strada fra Sestri Levante e La Spezia. La facciata è stata rifatta negli anni Trenta.
5-6   Quadro di Nostra Signora di Roverano e gruppo statuario riproducente l’Apparizione della Madonna alle pastorelle di Carrodano.



       RIVISTA MARIA AUSILIATRICE  2007 - 8
       HOME PAGE - ITALIANO  /  FORMAZIONE CRISTIANA   /  FORMAZIONE MARIANA  /  INFO VALDOCCO
     
      VISITA Nr.