SANTUARI MARIANI / 50:
EMILIA ROMAGNA / 5

CASTELNOVO NE’ MONTI (RE)

Santuario Madonna della Pietra di Bismantova / Monaci Benedettini Sublacensi
Indirizzo: Via Bismantova, 53 / Tel. 0522.81.23.70
Diocesi: Reggio Emilia-Guastalla
Calendario: In maggio e nei mesi estivi il Santuario è teatro di molti pellegrinaggi. La marcia penitenziale con Rosario e Santa Messa si svolge il 13 di ogni mese.

In un incavo del lato sud-est della Pietra di Bismantova sorgeva un oratorio dedicato al Salvatore.


Le prime notizie dell’eremo, situato proprio sotto la parete di roccia, fortezza di pietra levigata dalle piogge e dai venti, palestra per gli arrampicatori, risalgono al 1411. In una parete laterale venne affrescata un’effigie della Madonna.

Due secoli più tardi si ha la testimonianza di due eremiti del Terz’Ordine di San Francesco, fra’ Domenico Bigotti e fra’ Francesco del Borgo, entrambi di Pavia, che si fanno promotori della ristrutturazione del primitivo oratorio per i fatti prodigiosi che avvenivano per intercessione della Madonna.

Solo nel 1925 subentrò agli eremiti del Terz’Ordine francescano un gruppo di monaci benedettini, provenienti dal Monastero di San Giovanni Evangelista di Parma.
La chiesa è stata costruita nel 1617 sulle rovine di una precedente, rifatta nel dopoguerra in forme pseudogotiche e pseudorinascimentali. Dell’antico oratorio resta un affresco raffigurante la Trinità con San Giovanni Battista, la Maddalena e un fedele devoto, che porta la data del 16 giugno 1422. Vi si trovano affreschi del XV secolo. Nel secolo XVII, quando fu ristrutturato l’oratorio, l’effigie della Madonna, seduta in trono, in atto di allattare il Bambino, ebbe il posto centrale. Altri rifacimenti furono eseguiti nel 1943 con la costruzione dell’attuale facciata, del protiro e delle absidi. Luogo di silenzio e di preghiera, l’eremo è stato rifatto e ampliato nel 1957.



 
CESENA (FO)

Santuario Madonna del Popolo / Cattedrale S. Giovanni Battista
Indirizzo: Via Vescovado, 7 / Tel.: 0547.21.173
Diocesi: Cesena-Sarsina
Calendario: la festa viene celebrata la terza domenica di Pasqua.

La cattedrale di Cesena, dedicata a San Giovanni Battista, fu eretta alla fine del Trecento, opera di Andrea Malatesta su disegno del tedesco Underwalden, e terminata nel Quattrocento. Subì numerosi rifacimenti nel Quattrocento, alla metà del Cinquecento e nel XVIII secolo.

In seguito a cattivi restauri operati nel XIX secolo fu nuovamente riportata alla struttura originaria negli anni 1957-1960.
La facciata è in stile rinascimento veneziano con portale gotico di marmo. In una nicchia a destra del portale si trova una scultura quattrocentesca, la Madonna con Bambino, di Gottardo di Gaspare.

L’interno è a tre navate, con archi e volte ogivali. Nella navata destra il sepolcro di Antonio Malatesta, vescovo di Cesena, opera di Ottaviano di Antonio di Duccio del 1467, cui fa seguito un altare rinascimentale in pietra d’Istria.

A sinistra un trittico marmoreo di Lorenzo Bregno, del 1514, con i Santi Leonardo, Cristoforo ed Eustachio. A metà della navata si ammira la cappella della Madonna del Popolo, barocca, ricca di finissimi marmi, in cui si trova un altare di Virginio Vespignani e la volta con affreschi di Corano Giaquinto.

                                                                                             Cristina Siccardi


IMMAGINI:
1 Santuario Madonna della Pietra di Bismantova
2 Immagine della Madonna di Bismantova
3 Santuario Madonna della Pietra di Bismantova

RIVISTA MARIA AUSILIATRICE 2004-11
VISITA Nr.