SANTUARI MARIANI
DEL TRIVENETO / 2

BONISIOLO DI MOGLIANO VENETO (TV)

Santuario Madonna delle Grazie / Indirizzo: Via Altinia, 15
Tel. 041.45.66.040 / Diocesi: Treviso
Calendario: Si celebra la festa del Santo Nome di Maria la seconda domenica di settembre.

La storia del Santuario è legata ad un miracolo. Nell’agosto del 1479 la Vergine apparve ad una sordomuta donandole la guarigione ed esprimendo il desiderio che venisse costruita una cappella su quel luogo.

Inizialmente fu costruito un tabernacolo campestre e nel 1600 una chiesetta che può contenere circa un centinaio di persone.

Il Santuario ha una linea seicentesca con pronao e tre archi.
L’affresco sopra l’altare, raffigurante la Madonna con Bambino, è attribuito alla scuola di Paolo Veronese detto «il Caliari». Esiste una preghiera propria del Santuario, scritta da Papa Leone XII nel 1824.



BRESSANONE (BZ)

Santuario Maria Hilf (Maria Ausiliatrice) / Indirizzo: Via Brennero
Tel. 0742.83.55.49 / Diocesi: Bolzano-Bressanone
Calendario: Ogni domenica alle ore 17 viene recitato il Santo Rosario in lingua tedesca.

Il Santuario è stato eretto nel 1658 lungo la strada del Brennero per accogliere viandanti e pellegrini che volevano confidare alla Madonna le loro preoccupazioni spirituali e materiali.

Nel Santuario troviamo l’immagine miracolosa di Maria Ausiliatrice. Intorno al 1650, un certo Philipp Oberinger di Zinggen (Bressanone), avendo trovato due statue lignee raffiguranti il Cristo sofferente e la Mater Dolorosa, fece quindi erigere una cappella in legno.

Vista la crescente devozione fu costruita una chiesa, poi consacrata nel 1658. Il Santuario fu considerato un ringraziamento per aver superato i pericoli della guerra dei Trent’anni (1618-1648) da parte del Principato di Bressanone.

Il Santuario, come era in auge a quei tempi, prese la forma delle cappelle dedicate alla Madonna di Loreto e sull’altare maggiore vi fu posta un’immagine miracolosa di Maria Ausiliatrice, una raffigurazione tipicamente tirolese, copia dell’effigie di Innsbruck dipinta nel 1570 circa da Lukas Cranach, che rappresenta la Vergine che abbraccia dolcemente il suo Gesù Bambino. Negli altari laterali troviamo San Giuseppe e Sant’Antonio di Josef Schöpf, del 1781.


BRESSANONE (BZ)

Santuario Santa Maria ad Gratias Abbazia di Novacella / Frati Agostiniani / Tel. 0472.83.73.05
Diocesi: Bolzano-Bressanone

Il Santuario di Santa Maria ad Gratias fa parte del complesso di edifici che formano l’abbazia di Novacella, officiata dagli Agostiniani, racchiuso ancora dai resti delle antiche mura. Del complesso fanno parte l’abbazia, la cappella di San Michele, il Santuario della Madonna.

La chiesa della Madonna è una costruzione romanica che risale al 1142, di cui è rimasta la torre campanaria aperta da bifore.

Negli anni 1735-73 è stata ristrutturata in forme barocche su progetto degli architetti Giuseppe Delai e Filippo Appeller.

L’interno, preceduto da un atrio ricavato dalla base della torre, è a tre navate decorato di marmi, stucchi, affreschi. Sulla volta sono raffigurati episodi della vita di Sant’Agostino.

A sinistra si trova la cappella, in stile barocco, di Santa Maria ad Gratias del 1695, opera di Giovanni Battista Delai, ricca di stucchi, con cupola affrescata.

Sull’altare è posta la miracolosa statua gotica della Madonna con Bambino.

Dalla navata destra della chiesa si accede al chiostro con portico del Duecento, trasformato in forme gotiche del Trecento con resti di affreschi di parabole e scene bibliche, figure di Santi, stemmi, allegorie.
                                                                                                     
Cristina Siccardi


IMMAGINI:
1  
Facciata del Santuario della Madonna delle Grazie.
2  Immagine della Madonna delle Grazie venerata nel Santuario di Bonisiolo.
3  Effigie di Maria Ausiliatrice nel Santuario Maria Hilfe di Bressanone. 
 Interno del magnifico Santuario di Santa Maria ad Gratias presso l’Abbazia di Novacella a Bressanone.
5  Bressanone: Santa Maria ad Gratias
RIVISTA MARIA AUSILIATRICE 2005-9
VISITA Nr.